We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Preghiera nella vita cristiana, tenuto incontro nella parrocchia "San Giovanni B."


di  ANTONIO IAPICHINO - Un altro interessante incontro si è svolto nella parrocchia “San Giovanni Battista” di Mirto. È stata tratta un’altra tematica di grande valenza: “La preghiera nella vita cristiana”. Stavolta l’incontro ha avuto come relatore lo stesso parroco della comunità: don Giuseppe Ruffo. Il presbitero ha trattato in modo encomiabile la tematica, coinvolgendo i fedeli presenti alla partecipazione, all’attenzione e alla riflessione. L’iniziativa, rientrante nell’ambito della scuola parrocchiale di formazione “Agli stessi sentimenti di Gesù Cristo” è servita per sottolineare come la preghiera sia considerata basilare dai cristiani “perché – ha fatto notare don Ruffo - risulta il momento intimo in cui una persona parla al cuore di Dio con umiltà, fede, coraggio e spontaneità”. Lo scopo della preghiera – ha sottolineato il sacerdote –“<è di sapere invocare chiedere aiuto, chiedere perdono, lodare, ringraziare il Signore per i doni ricevuti. Dalla preghiera – ha spiegato il parroco - ne deriva la forza, il coraggio e la pace per farci resistere alle prove della vita”. Don Giuseppe ha fatto anche riferimento all’importanza della preghiera alla luce del Catechismo della Chiesa Cattolica, ha ribadito che i Salmi costituiscono il capolavoro della preghiera nell’Antico Testamento. Inoltre, ha spiegato che per capire il valore autentico della preghiera bisogna partire da una attenta lettura del Vangelo, in modo da comprendere quale posto e quale significato avesse la preghiera per Gesù. Lo stesso don Ruffo ha fatto notare che la preghiera più alta e sublime è il Padre Nostro, perché insegnata direttamente da Gesù ai suoi discepoli. “La preghiera durante l'Adorazione Eucaristica è un momento di intimità con il Signore perché si ha la consapevolezza di essere ascoltato, sostenuto, aiutato e protetto”. Dunque, “la preghiera è tutto quello che ci serve per vivere bene e il bene viene solo da Dio se ci affidiamo alla sua Misericordia”. In altre parole, attraverso la preghiera “si riscoprono i sentimenti di Cristo che ci aiutano a vivere una vita di fraternità e di amore per diventare Santi”. Quest'anno, per volere di Papa Francesco, sarà " l'anno della preghiera" un cammino di preparazione al grande Giubileo del 2025.


di Redazione | 05/02/2024

Pubblicità

La preghiera: 'Forza' dell'uomo e 'Debolezza' di Dio

Mandatoriccio: La preghiera: 'Forza' dell'uomo e 'Debolezza' di Dio

Cosenza, 05/02/2024
di A cura della Parrocchia "San Giuseppe" Mandatoriccio Mare

Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2024 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it