We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Mandatoriccio (Cosenza) - Cosa vuole Dio da me?


di DON MICHELE ROMANO - Sembrerebbe una domanda dalla risposta difficile e complicata, ma così non è. In realtà è incredibilmente semplice. Con Dio tutto è diretto e semplice, senza tergiversare.
I veri Discepoli di Cristo sono caratterizzati da semplicità, integrità, ed onestà. Nella Bibbia, e specificatamente nel Libro di Michea, c'è scritto chiaramente: "Uomo, ti è stato insegnato ciò che è buono e ciò che richiede il Signore da te: praticare la giustizia, amare la bontà, camminare umilmente con il tuo Dio" (Mi 6, 8). Occorre, quindi, che prendiamo a cuore queste parole. Dio è serio, e noi non possiamo scherzare con noi stessi e con gli altri, barcamenandoci a destra e a manca, vivendo da subdoli, manipolatori, e inseguendo solo i nostri interessi. NO - Direi proprio di No! Dio vuole che noi, suoi figli, siamo come Lui, che condividiamo la sua stessa vita, caratterizzata sempre da onestà, correttezza, ed integrità! Per esempio: quanto è bello, essere onesti con noi stessi, riconoscendo le cose che sono sbagliate; Quanto è deplorevole mentire per il proprio tornaconto, o avere sempre un atteggiamento di rancore o di lamentela. Il desiderio di Dio, è che, con l'aiuto dello Spirito Santo, queste cose devono essere superate, e convertirci alla Giustizia e alla Verità. Occorre sempre "agire giustamente", ci ricorda il Libro dei Proverbi: "Non si consolida l'uomo con la malvagità, ma la radice dei giusti non sarà smossa" (Pr 12, 3). Se crediamo a queste parole, e ci sforziamo di essere noi stessi giusti, allora riusciremo ad ottenere radici solide, capaci di resistere alle tempeste della vita. Gesù, un giorno, ha parlato di "due case": una costruita sulla sabbia e l'altra costruita sulla roccia (Mt 7, 24- 27). La casa sulla roccia, non è stata scossa, quando la tempesta l'ha colpita. E chi di noi (giusti o empi), non incontra "tempeste" nella vita, ma chi confida nel Signore: "Signore mia roccia, mia fortezza..., mia potente salvezza e mio baluardo" (Sal 17, 4), è come la casa costruita sulla "Roccia", costruita, cioè, sulla rettitudine, e si erge con fermezza. Ecco che cosa ci richiede il Signore, di scegliere ogni giorno: la giustizia e la bontà. Cercare di ottenere qualcosa per sé stessi, in modo empio, non ripaga mai, non c'è benedizione in questo: "L'integrità guida gli uomini retti, la malvagità è la rovina dei perfidi" (Pr 11, 3); "Un cuore perverso il Signore lo detesta; Egli si compiace di chi ha una condotta integra" (Pr 11, 20). La Parola di Dio, riserva promesse incredibili per la nostra vita, quando ci sforziamo di vivere una vita giusta, buona, misericordiosa, ed umile. Crediamo in questo e sperimenteremo davvero, che il Signore è buono! Sia per tutti, una serena giornata.


di A cura della Parrocchia "San Giuseppe" Mandatoriccio Mare | 18/01/2024

Pubblicità

Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2024 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it