We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Mandatoriccio (Cosenza) - La Parola: luce sul nostro cammino


di DON MICHELE ROMANO - Nel nostro mondo, l'uomo di oggi, per la mancanza della conoscenza di Dio e della sua Parola, brancola nel buio e cammina senza luce, e non giungerà mai alla Verità. Chi crede in Cristo, lo spirito che è in lui, è la vera luce viva, vede e conosce la Parola di Dio senza difficoltà: "Lampada per i miei passi è la tua parola, luce sul mio cammino" (Sal 119, 105). Non solo, ma chi cammina sul sentiero della Fede, illuminato da Cristo, diventa egli stesso una luce per il prossimo. La nostra "luminosità", dipende senz'altro dal rapporto che curiamo col Signore, dall'ascolto della sua Parola, "Luce" che fa del nostro Corpo, una Casa che accoglie ogni fratello, ed in essa trova comprensione, amicizia, sostegno! Ecco perché Gesù ci dice: "Voi (miei Amici!), siete la luce del mondo, non si accende una lampada per metterla sotto il moggio, ma sul candelabro, e così fa luce a quelli che sono nella casa. Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini, perché vedano le vostre opere buone e rendano gloria al Padre vostro che è nei cieli ( Mt 5, 15-16). In Gesù, Dio Padre ha acceso la Luce, elevandola sul candelabro della Croce, perché ogni uomo potesse contemplare la Sua luminosa Gloria. Questa "Luce" gloriosa, che diviene visibile in Cristo Risorto, deve illuminare la nostra quotidianità, perché gli altri vedendola, se ne possono rallegrare e trarre giovamento. Non ci accada mai di "spegnerla", con la cattiveria e il peccato. Ma attenzione, perché senza la Luce di Dio, è difficile orientarsi e trovare la strada giusta. La *"Luce"*, questo "mistero" che ci accompagna dalla Nascita (quando veniamo "alla luce"), e lungo tutto il nostro cammino esistenziale, è anche il principio di ogni cosa: pervade tutta la Bibbia, dalla prima all'ultima pagina! La troviamo già al terzo versetto della Genesi: "Dio disse: "Sia la luce!" E la luce fu" (Gen 1, 3).
E la ritroviamo nell'ultima pagina dell'Apocalisse, dove leggiamo che Dio stesso è la Luce che trionferà sulla tenebre, nella Gerusalemme celeste: "Non ci sarà più la notte, e non avranno più bisogno di luce di lampada, né di luce di sole, perché il Signore Dio li illuminerà. E regneranno nei secoli dei secoli" (Ap 22, 5). Su questa terra, è proprio la luce che ci permette di vedere ogni cosa: cielo, terra, mare, pesci, uccelli, ecc.!
Di Luce è tessuto l'abito di Dio: "Avvolto di luce come di un manto" (Sal 104, 2a); lo stesso Gesù, trasfigurato sul monte Tàbor, si manifestò nella Luce: "E fu trasfigurato davanti a loro: il suo volto brillò come il sole, e le sue vesti divennero candide come la luce" (Mt 17, 2); anche sul Sinai la Gloria di Dio rifulse sul volto di Mosè: "La pelle del suo viso era diventata raggiante, poiché aveva conversato con lui" (Es 34, 29b). "Luce", è la Parola di Dio...: "Lampada i miei passi" (Sal 119, 105). La "Luce", è "Annuncio": "Il popolo che camminava nelle tenebre ha visto una grande luce" (Is 91a). La "Luce", è la Parola che si incarna: "Veniva nel mondo la luce vera, quella che illumina ogni uomo" (Gv 1, 9). Ora tocca a noi, riempire ed illuminare tutto il "vuoto" e le "tenebre" di questo mondo, con la Luce di Dio. Sta a noi agire, fare il bene, testimoniare la sua Luce, mettendo coraggiosamente le nostre lampade sul moggio. Solo così, diventeremo "pagine viventi" di Vangelo, offrendo la nostra luminosa testimonianza, anche a chi è più distante, amando, perdonando, accogliendo...; Lasciar trasparire dal nostro modo di fare, dal nostro relazionarci con gli altri, quelli che sono i principi cristiani, che noi stessi abbiamo deciso di seguire! Sarà solo questa, la vera alternativa al nostro povero mondo arroccato ed individualista, perché in fondo devono essere queste due certezze, a caratterizzare le nostre scelte, consapevoli che: 1)- L'egoismo, non per forza è destinato a trionfare. 2)- La nostra "Luce", quella che c'è dentro la nostra Anima, quella Sì, deve continuare a brillare! Pertanto, auguro a tutti, una "Luminosa Giornata!"


di A cura della Parrocchia "San Giuseppe" Mandatoriccio Mare | 17/01/2024

Pubblicità

Grande successo per la terza edizione del presepe vivente

Cariati: Grande successo per la terza edizione del presepe vivente

Cosenza, 17/01/2024
di A cura della Concattedrale di Cariati

Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2024 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it