We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Mandatoriccio (Cosenza) - La numerologia biblica: il numero 10


di DON MICHELE ROMANO - Tra i numeri interi, il 10 occupa un posto particolare, in quanto rappresenta la base del nostro sistema di numerazione, dovuto probabilmente al fatto che gli Antichi Arabi, che sono stati i primi ad usare questo tipo di numerazione, cosiddetta "posizionale decimale", utilizzavano le dita delle mani, per contare! Nella Bibbia, il numero 10, viene usato ben 242 volte, mentre la designazione "decimo", è usata 79 volte. Un numero, il "10", che simboleggia sia la "perfezione":
Infatti, 10 è il massimo traguardo, di chi si impegna per raggiungerlo; come anche l'annullamento di ogni cosa: 10 = 1 + 0, uguale 1, ad illustrare l'eterno ricominciare! Nelle Religioni Bibliche (lo approfondiremo più avanti), è il numero delle "Piaghe d'Egitto", le 10 "punizioni" che, secondo il Testo Sacro, Dio inflisse gli Egiziani, per non aver liberato gli Ebrei dalla schiavitù.
Ma (vedremo ancora),10, è anche il numero dei Comandamenti, dati da Dio a Mosè, sul monte Sìnai. Ma, d'altronde, sono tanti altri, i passaggi biblici, in cui il numero 10 viene menzionato, per la sua importanza:
1)- In Genesi 1, troviamo la frase "Dio disse", per ben 10 volte, a testimonianza della sua Potenza Creatrice.
2)- L'Agnello Pasquale, è stato scelto il giorno 10 del mese di Nìssan (che il Talmud definisce: il mese della redenzione di Israele, dalla schiavitù in Egitto"- Es 12, 3). 3)- Il giorno 10, del Settimo mese, è anche il giorno Santo, conosciuto come "Il Giorno dell'Espirazione ("Yòm Kippùr", che è la più grande festività Ebraica, dove, praticando una giornata di digiuno, si immaginava la rimozione di Satana, autore del peccato, metàfora dell'inizio del millenario Regno Messianico, descritto in Apocalisse 20,1- 2).
4)- il 10, può rappresentare l'importanza dell'Unità e dell'interconnessione, come nel caso dei 10 giorni, tra l'Ascensione di Gesù, e la Pentecoste, nel Nuovo Testamento.
Ma, certamente, dicevamo, uno degli episodi dell'Antico Testamento, a cui è maggiormente legato il simbolismo del numero 10, è la Liberazione degli Ebrei dalla schiavitù Egiziana, con l'invio da parte di Dio, delle 10 "piaghe", affinché Mosè potesse condurli fuori dal Paese. Avvenimenti che, in parte, sono presenti anche nel Corano (Sura 7, versetti 107, 131-136). Tuttavia, va precisato, che l'espressione "Piaghe d'Egitto", benché di uso comune, non è però precisa, in quanto il Testo Biblico, applica il termine "piaga" solo alla Decima, mentre le prime Nove, sono denominate "prodigi" o "segni". Indubbiamente, tutto questo, risente dell'apporto, di una fusione redazionale fra le varie Tradizioni (in particolare quella "Jahwista"), che ne hanno infine determinato, il seguente ordine: 1)- Tramutazione delle acque del fiume Nilo, in sangue (Es 7, 14-25);
2)- Invasione di rane dai corsi d'acqua (Es 7, 26 - 8, 11);
3)- Invasione di zanzare (Es 8, 12);
4)- Invasione di mosche tropicali (Es 8, 17);
5)- Morte del bestiame (Es 9, 3);
6)- Ulcere
per animali e umani (Es 9, 9) 7)- Pioggia di fuoco e grandine ( Es 9, 13-35);
8)- Invasione di cavallette o locuste (Es 10, 1- 20;
9)- "Tenebre (Es 10, 21-29).
10)- Morte dei primogeniti maschi (Es 12, 29-30).
Mesi dopo la sua Liberazione dalla schiavitù Egiziana, il popolo di Israele arrivò nel deserto, alle pendici del monte Sinai, dove Mosè ricevette le Tavole dei "Dieci Comandamenti" (Es 20, 1-17), simbolo sintetico dell'Antica Alleanza. Anche nel Nuovo Testamento, con il Signore Gesù, a noi tutti, è stata consegnata una "Legge", non più scritta su due "tavole di pietra", ma nel nostro Cuore, non più L'Antica Legge del Taglione: "Occhio per occhio, dente per dente" (Es 21, 24), ma una "Legge" nuova, basata sull'Amore: "Porgi l'altra guancia" (Mt 5, 39) - "Ama Dio, ma ama anche il Prossimo tuo, come te stesso" (Mc 12, 31), fondamento della Nuova ed Eterna Alleanza! Ringraziamo, pertanto, il Signore, perché, nei suoi imprescrutabili disegni (tutti, e solo, dettati dall'Amore, per ciascuno di noi), ha voluto che anche noi, oggi, nel nostro meditare e riflettere, su questo meraviglioso numero "10", che caratterizza la numerologia biblica, si giungesse, ancora una volta, ad "ascoltare" la sua Parola, "meditandola" nel nostro cuore. A tutti, giunga l'augurio, di una serena giornata.


di A cura della Parrocchia "San Giuseppe" Mandatoriccio Mare | 24/01/2024

Pubblicità

Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2024 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it