We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - “L’INTERVENTO” Piano attuativo sanità, i gruppi di minoranza Psi, Sel e Ad criticano le scelte del Sindaco


<<Sulla problematica sanità sentiamo l’esigenza di criticare pubblicamente il comportamento di questo sindaco e di questa classe di governo cittadino, che ancora una volta dimostra di essere poco incline all’ascolto, al dialogo ed alla concertazione, ingredienti necessari di ogni democrazia. Sulla problematica sanità, che ovviamente non ha, ne’ può avere colori politici, il sindaco avrebbe dovuto indire apposito Consiglio comunale, pure da noi espressamente richiesto oltre 10 giorni addietro, o perlomeno avviare proficua discussione con le organizzazioni sindacali di categoria, con gli operatori del settore, discussione che sarebbe stata utile per capire e sviscerare nel dettaglio il piano e capire come lo stesso, lungi dal risolverle, aumenta in maniera esponenziale le criticità che riguardano il settore sanità nella regione Calabria e più specificatamente nel nostro territorio. Il sindaco, invece, dopo aver tessuto le lodi del suo governatore e del commissario straordinario Asp, ha ritenuto di dover presentare sua sponte delle osservazioni al piano, limitate sostanzialmente al numero posti letto, con ciò ritenendo valido ogni ulteriore e mortificante aspetto. Tanto il sindaco ha fatto senza aver ricevuto mandato alcuno e, cosa ancora più grave, senza avere concertato le osservazioni all’interno del Consiglio, assise a ciò deputata, e/o con gli operatori del settore, con le organizzazioni sindacali, con i cittadini, i quali, viceversa, sono stati tenuti completamente all’oscuro di una problematica di così evidente portata generale che ancora una volta finirà per gravare sulla loro pelle. In altri termini, nel mentre la stragrande maggioranza dei sindaci della provincia di Cosenza e in particolar modo quelli della Sibaritide, hanno bocciato il piano evidenziandone le criticità da un punto di vista metodologico prima e di merito dopo, il nostro sindaco, ha implicitamente avallato le scellerate scelte contenute nel piano, che ancora una volta mortificano il nostro territorio e non rispondono alle logiche pure sottese al piano. Per queste ragioni, seriamente convinti del fatto che la sanità appertenga a tutti e non abbia colore politico, invitiamo il sindaco a discutere pubblicamente del piano e della riorganizzazione della sanità e a richiedere al governatore regionale ed al commissario straordinario Scarpelli la sospensione di ogni approvazione, in attesa che si proceda alle necessarie concertazioni con i territori>>. I consiglieri di minoranza Leonardo Trento, Capogruppo Psi - Ermanno Marino, Capogruppo Sel - Antonio Graziano, Capogruppo Ad

di Redazione | 01/10/2011

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2022 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it