We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Catanzaro (Catanzaro) - Teatro Masciari, firmato l’accordo di acquisto


Lo storico cine teatro Masciari  farà parte del patrimonio comunale. E’ stato, infatti firmato nello studio del notaio Guglielmo, dal sindaco Rosario Olivo  e dalla signora  Maria Luisa Masciari, nipote del cav Gennaro Masciari,  il preliminare d’acquisto   redatto dal notaio Rocco Guglielmo.  Erano presenti anche – riferisce testualmente una nota dell’organo di informazione del Comune di Catanzaro -  gli assessori, Antonio Argirò e Giuseppe Soriero ed il dirigente Biagio Cantisani Con questa operazione anche l'antico teatro, gioiello della città, farà parte,quindi,  di  quel percorso culturale  ideato dall’amministrazione Olivo  che  prende forma con  il Polo delle arti.   L’atto della firma, dunque, suggella il lavoro  paziente e scrupoloso svolto da mesi dagli assessori  Antonio Argirò, cultura, Giuseppe Soriero, urbanistica, Domenico Iaconantonio, patrimonio. I lavori tecnici sono stati coordinati dall’architetto Biagio Cantisani dirigente del settore risorse finanziarie esterne e rientrano nel programma  Psu, fondi Por 2007-2013.  L’ammontare dell’acquisto è di quattro milioni di euro;  di cui tre derivanti da fondi Psu mentre un milione di euro dalla casse comunali, sulla base delle valutazione di stima fornite dall’UTE.. Quindi, dopo  la firma dell’accordo sottoscritto tra l’amministrazione e gli eredi il 22 gennaio scorso, si è messo un punto fermo sull’acquisto dell’antico teatro catanzarese che rientrerà  negli interventi di recupero urbano della Città. Grande soddisfazione è stata espressa dal sindaco Rosario Olivo  dopo la firma “ sono veramente contento  per aver portato a termine questo atto d’acquisto. Si tratta senza dubbio di una data storica per la città di Catanzaro. Abbiamo lavorato fino all’ultimo momento utile per consegnare alla Città uno dei suoi gioielli , ovvero una icona della nostra storia  cittadina e della nostra identità. Questa iniziativa – ha proseguito Olivo – si inserisce nella politica di acquisizione al patrimonio pubblico di tutti quelli edifici storici più rappresentativi nella storia e nella cultura della nostra città.  Il teatro Masciari rientra, quindi, nella costruzione del Polo culturale e delle Arti che è stato al centro dell’impegno di questa amministrazione con realizzazioni di grande significato quali: l’acquisto dell’educandato, l’avvio del Conservatorio musicale, il Politeama, l’Archivio di  Stato con relativo laboratorio del restauro del libro, il San Giovanni, le scuole civiche di teatro, il museo del rock ed oggi si aggiunge il teatro Masciari. Un ringraziamento  - ha concluso Olivo - va a tutta la famiglia Masciari per  la loro disponibilità a cedere l’immobile all’uso pubblico. Gioisco, dunque, per aver concluso  il mio mandato incardinando  nel patrimonio comunale  un progetto di notevole spessore culturale  che recupera le nostre migliori tradizioni che potranno così essere rinverdite e consegnate alle nuove generazioni  dopo averle splendidamente  ristrutturate e riqualificate”.  Emozionatissima  la signora Masciari  che ha tenuto a precisare:” penso di interpretare la volontà di tutta la mia famiglia  nel porgere l’auspicio che la città  di Catanzaro possa fruire dell’utilizzo pubblico di questa preziosa opera  alla quale eravamo legati da forti sentimenti” La signora Masciari ha anche  voluto donare al Comune  il busto  in marmo dello zio,  cav Gennaro Masciari fondatore del teatro, attualmente nel cimitero centrale “per poter essere posizionato all’interno del teatro dopo i lavori di ristrutturazione”

di Redazione | 16/05/2011

Pubblicità


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it