We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Il Vescovo ringrazia il Sindaco Filareto


In occasione dell’inaugurazione della nuova sede della Caritas Diocesana, di piazza del Commercio, nel centro storico, svoltasi nella chiesa di S. Giovanni di Dio, il Vescovo della Diocesi di Rossano – Cariati, monsignor Santo Marcianò ha voluto ringraziare pubblicamente, e a sorpresa, il Sindaco di Rossano Franco Filareto per la proficua collaborazione avuta in questi cinque anni. Lo ha fatto – riferisce testualmente una nota  stampa di Francesco Sapia - del Comune di Rossano - consegnandogli una targa ricordo, intestata al Sindaco Prof. Francesco Filareto con stima, amicizia e riconoscenza per la Sua testimonianza di uomo sinceramente appassionato della verità e di Primo Cittadino leale, trasparente ed esemplare. La targa recava, anche, una frase di Raoul Follereau: “La civiltà non è né il numero, né la forza, né il denaro. E’ il desiderio paziente e ostinato che vi siano sulla terra meno ingiustizie, meno dolori, meno sventure. La civiltà è amore”.  Inoltre, l’Arcivescovo ha donato a Filareto un’icona della Madonna (Theotocos- Maria Madre di Dio) su tela lavorata a mano in oro e in argento. Infine, gli ha consegnato una lettera di ringraziamento che riportiamo di seguito in versione integrale e che il Pastore della Chiesa rossanese ha voluto leggere ai presenti che hanno tributato a Filareto un lungo e sentito applauso: <<Carissimo, all’indomani della conclusione della Sua esperienza politica come Sindaco di Rossano sento il bisogno di rivolgerle, a nome mio personale e dell’intera Arcidiocesi di Rossano-Cariati, il ringraziamento più sincero.  Sono ancora vive nella mia memoria le immagini del mio arrivo a Rossano quando, a pochi giorni dalla Sua elezione, mi accoglieva come nuovo Sindaco. Da allora abbiamo più volte ricordato come le nostre esperienze iniziavano assieme, ma soprattutto abbiamo sperimentato come esse proseguivamo dentro una sintonia ed una stima che sono cresciute man mano che cresceva la conoscenza reciproca e la collaborazione. Sono convinto che il rapporto tra la Chiesa e le istituzioni debba essere caratterizzato da quella sana laicità che tuteli entrambe le realtà nella propria libertà di azione. Il Suo impegno in questi cinque anni  ha mostrato in modo esemplare come, dentro una seria e rispettosa autonomia, sia possibile una collaborazione che miri al bene comune e che promuova quell’attenzione al sociale che tutti insieme abbiamo cercato di costruire. In questo contesto è stato possibile realizzare tante iniziative che hanno sempre visto il Comune da Lei guidato pronto a sostenerci. Voglio ricordare anzitutto l’iniziativa della “Giornata Giovani” che in questi anni è cresciuta anche con la collaborazione convinta dell’Amministrazione Comunale; accanto a questa ricordo l’appuntamento del Concerto di Natale che fa della nostra splendida Cattedrale un luogo anche di promozione culturale. Ricordo, in modo particolare, la nascita del centro Diocesano di pastorale della Vita e della Casa di Accoglienza per donne in difficoltà, una importante realizzazione che è stata possibile grazie all’attenzione della Sua Amministrazione che ha concesso i locali dell’ex ospedale di Rossano. Proprio in questi ultimi giorni, con la consegna dei locali adiacenti la chiesa di San Giovanni di Dio, in comodato gratuito da parte della Sua Amministrazione, abbiamo inaugurato la sede del Centro diocesano di pastorale della Carità, una struttura che raccoglie tutti gli organismi diocesani più direttamente attenti alle emergenze sociali del nostro territorio. Anche questa ultima realizzazione è stata possibile grazie alla Sua sensibilità. La mia gratitudine nei suoi confronti è dettata da questi obiettivi che abbiamo insieme condiviso, ma anche dalla rapporto che si è instaurato  e per il quale la ringrazio dal profondo del cuore. La Sua cultura, il Suo tratto umano, la Sua integrità morale, la Sua saggezza amministrativa sono la testimonianza di una politica sana, vissuta come autentica missione e come dono di sé agli altri. In un tempo di crisi e di degrado della vita sociale e politica, testimonianze come la Sua sono un miraggio di speranza che fanno capire come sia possibile vivere e incarnare una politica onesta, vissuta a totale servizio degli altri, avendo nel cuore solo la promozione e il progresso dei propri cittadini e del proprio territorio. Con rinnovata stima e gratitudine. Suo affezionatissimo Santo Marcianò>>

di Redazione | 16/05/2011

Pubblicità


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it