We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Distacco corrente in Municipio e debiti verso Enel, il Sindaco, in conferenza stampa, spiega l’accaduto. Replica alle accuse de “La Svolta”: <<A giugno 2009 i debiti verso Enel erano di 676 mila euro>>


Non si è fatta attendere la replica del Sindaco di Crosia, Gerardo Aiello, alle critiche ricevute dal movimento civico “La Svolta” sulla questione del distacco dell’energia elettrica, da parte dell’Enel, nella Casa comunale. Il Primo Cittadino ha convocato una conferenza stampa. L’incontro con i giornalisti è avvenuto nella sala consiliare della delegazione municipale di Mirto. Il preside Aiello ha sottolineato, innanzitutto, che il Comune ha subìto distacchi dell’energia elettrica anche durante l’Amministrazione precedente. Ha spiegato che a giugno 2009 i debiti verso Enel ammontavano a 676.889 mila euro più interessi. Già il giorno del suo insediamento il Sindaco ha trovato un ordine di distacco da parte dell’Enel. <<Chi si deve vergognare>>, ha commentato Aiello, <<non è il sindaco, ma chi ha fatto questo enorme debito>>. Da  subito, è stato contattato il Prefetto per strutturare una rateazione del debito. Intanto, attraverso il Ministero dell’Interno, con l’Enel è stato creato un nuovo Piano di ammortamento. Da giugno 2009 ad agosto 2010, ha riferito il Primo Cittadino, la Giunta Aiello ha pagato 403.690 mila euro: una fetta sostanziosa del bilancio. A settembre 2009, in Consiglio comunale sono stati riconosciuti all’Enel 319 mila euro di debiti fuori bilancio. Significa che <<chi ci ha preceduto ha fatto male i conti>>. Intanto – prosegue il Sindaco -  a febbraio di quest’anno è fallita la società che effettuava la riscossione dei tributi per il Comune di Crosia. Quindi, non effettuando riscossioni dei tributi, man mano, le casse del Comune si sono svuotate. Fra l’altro- ha sottolineato- l’Ente ancora oggi non è in possesso della banca dati, per cui, appena ottenuta quest’ultima riprenderanno le riscossioni, considerato che già è stata effettuata la gara d’appalto. Probabilmente con scadenze di ruoli provvisori, poi, i conguagli. Il Sindaco ora ritiene improrogabile un incontro con Enel. E’ probabile che avvenga nei prossimi giorni a Reggio Calabria. In altri tempi- ha detto Aiello – è stata staccata la corrente al Cimitero e al campo sportivo, ora nella Casa Municipale, quindi con  tante difficoltà, come la mancanza di contatto con la protezione civile. Il Primo cittadino, infine, ha fatto una serie di considerazioni: un forte ringraziamento al Prefetto di Cosenza per la risoluzione del problema con Enel. Ha spiegato che l’attuale maggioranza ha sempre scelto la strada del non dissesto, in compenso ha scelto la linea della battaglia alle evasioni dei tributi. Il preside Aiello ha detto che questo paese può reggersi sulle proprie gambe con i piccoli contributi di tutti. C’è ancora tanto da fare. Non è uno spreco di soldi creare la rete wi fi, o facendo le feste estive, - ha detto - ma si avviano le condizioni per un miglioramento della qualità della vita. Le spese dell’Enel, comunque, avranno priorità perché <<Crosia deve essere un paese di luce e di servizi per i cittadini>>.  Antonio Iapichino

di Redazione | 05/09/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it