We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - “Come diventare Filmmaker”, alla masterclass anche gli studenti del Liceo e dell’Ite


Anche gli studenti del Liceo scientifico e dell’Ite di Mirto Crosia hanno partecipato alla masterclass New Media & Webseries “Come diventare Filmmaker”. Un  evento formativo realizzato press oil Cinema teatro di Cariati, con il patrocinio di vari enti pubblici e sodalizi. Sono stati tre giorni formativi che hanno coinvolto circa 500 studenti provenienti da diverse scuole del territorio, da Crotone a Corigliano. L’iniziativa è stata condotta da personaggi del mondo del teatro e del cinema, quali Gianfilippo Ascione, sceneggiatore e produttore, Manuela Metri, attrice, produttrice e regista, Fioretta Mari, direttrice artistica; Tiziana Orsini, fotografa internazionale, Louisa Burns Bisogno, sceneggiatrice  e autrice. Per quanto attiene l’istituzione scolastica crosimirtese, guidata dal dirigente scolastico Franco Murano, la cui sede legale è a Cariati, hanno partecipato sia gli allievi del Liceo scientifico e dell’Ite di Mirto, accompagnati dai docenti Caterina Urso e dal Gianfranco Manna, sia gli studenti del Liceo scientifico, Iti, Ite, Ipsseoa di Cariati, accompagnati dai Professori Concetta Cosentino, Fortunata Tucci, Dina Gangale, Maria Giovanna Romanello, Raffaella Affabile, Alessandra Curcio, Domenico Liguori, Eleonora Mauro, Carmela Villella, Salvatore Vaglico, Marisa Linardi, Viviana Amato, Ientile Maria, Carmela Sinopoli. Si è trattato di un evento di alto valore formativo e culturale, stimolo e impulso per vivacizzare le migliori energie di questa realtà territoriale. Dai banchi di scuola al palcoscenico, in un’atmosfera hollywoodiana, gli studenti hanno ideato un valido contributo di partecipazione attiva realizzando Script per nuovi media, attraverso i quali hanno fatto emergere potenzialità creative e tecniche sorprendenti, capacità di valorizzazione del patrimonio paesaggistico e storico archeologico locale, molto apprezzate dai Maestri del cinema. Stimolante il lavoro dei ragazzi, che sono riusciti a inscenare l’abbandono del proprio territorio (stazioni disorganizzate, treni d’altri tempi, quartieri abbandonati), tematiche attuali (bullismo, violenza ai minori) con un universo espressivo rappresentato dall’intimità dalle valigie dei sogni che si compongono e scompongono in un contesto capace di rendere protagonisti gli adolescenti, improvvisati professionisti, proprio con i cellulari capaci di far viaggiare lo spettatore in un mondo dove si può avere tutto e che a volte massacrano la sana comunicazione. 

 


di Redazione | 08/11/2018

Pubblicità


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2018 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it