We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Saracena (Cosenza) - Tutela olio extravergine d'oliva, Gagliardi audito in Senato


Tutela dell’extravergine d’oliva, servono nuove misure per tutelarlo; intensificare la prevenzione delle truffe e delle alterazioni chimiche che danneggiano i consumatori l’immagine stessa del nostro Paese; proteggere i produttori dalla concorrenza sleale; salvaguardare anzi tutto i territori.   È quanto ribadirà Mario Albino GAGLIARDI (foto), Sindaco di Saracena, nella sua qualità di Coordinatore Regionale e Vice presidente dell’associazione nazionale Città dell’Oliointervenendo all’assemblea delle associazioni nazionali di agricoltori e produttori di olio, in programma oggi, MERCOLEDÌ 9 alle ore 14, in Commissione Agricoltura al Senato, a Roma.   In vista di un nuovo disegno di legge che tuteli questa autentica ed ineguagliabile eccellenza italiana, verranno ascoltati tutti i rappresentanti dei soggetti sociali coinvolti nella produzione dell’extravergine. All’audizione domani a Palazzo Madama, saranno presenti diverse sigle di associazioni di categoria. Tra queste, quella nazionale delle Città dell’Oliosarà l’unica a rappresentare non soltanto gli interessi legittimi e diretti dei produttori, ma anche quelli di territori e comunità, in una parola terroir, dalle quali produzioni millenarie come quella dell’Ulivo origina.      Bisogna partire proprio dal territorio – afferma GAGLIARDI – tutelando quelle terre nelle quali la coltura millenaria dell’ulivo è divenuta parte del patrimonio culturale del Mediterraneo e dell’Umanità. L’olio è uno dei prodotti più rappresentativi dell’agroalimentare del Made in Italy. Purtroppo, tuttavia, questo settore è spesso oggetto di contraffazioni o truffe commerciali. E queste danneggiano non soltanto il consumatore, ma comportano gravi problematiche anche per i produttori onesti che arrancano in un mercato dove i brogli e la concorrenza sleale sono all’ordine del giorno. È necessario – continua il coordinatore calabrese delle città dell’olio – trovare soluzioni più adeguate delle attuali. Occorre perseguire e punire i trasgressori e proteggere l’EVO italiano con nuovi metodi in grado di misurarsi con il mercato globale. Non possiamo permettere – conclude il Sindaco del Paese del Moscato Passito –  che questa eccellenza italiana, sintesi della nostra storia, della sostenibilità ambientale e della tutela della salute su scala globale possa confondersi e perdersi nel mare magnun della disinformazione e della diffusa maleducazione alimentare sollecitata quotidianamente dalle multinazionali del cibo spazzatura o che l’extravergine possa continuare ad essere annegato nella chimica a danno delle sue note ed oggettiva qualità naturali.  

di Redazione | 09/12/2015

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it