We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Bocchigliero (Cosenza) - Caligiuri (PdL): raccolta di firme doppia preferenza. Criterio di equità per le donne


di FRANCESCO MADEO - “La doppia preferenza supera le quote rosa e, introduce un criterio di equità”.  Maria Josè Caligiuri,  Componente la Commissione Regionale  Pari opportunità, esponente politico del Pdl e consigliere comunale di Bocchigliero, indica il senso della battaglia che sta portando avanti al fine di aumentare la rappresentanza delle donne in politica, insieme a movimenti ed associazioni e soprattutto a tante altre donne come lei, “divise nell'appartenenza di partito ma unite dalla stessa passione per la politica”. Con questo spirito è partita la  raccolta delle firme per la doppia preferenza di genere nei giorni scorsi, anche nel basso Jonio cosentino, ed esattamente nei Comuni di Cariati, Crosia e Mandatoriccio, mentre nei restanti Comuni, si avvierà in questi giorni. “Una raccolta –ha dichiarato la Caligiuri- che ha richiamato soprattutto gli uomini e che punta a cambiare le regole in Consiglio regionale. Infatti, la raccolta di firme per avviare l'iter legislativo regionale della legge di iniziativa popolare per la parità di genere nella composizione delle liste elettorali, esprime la volontà di procedere alla riscrittura delle regole elettorali, stimolando sia la discussione all'interno delle comunità locali, che la partecipazione democratica, dando il consenso attivo all'iniziativa. Obiettivo dell'iniziativa, quindi è raccogliere firme, nell'ambito della petizione proposta dalla Commissione regionale Pari Opportunità, e che mi ha vista sin dal primo giorno, molto attenta, soprattutto al fine di aumentare la qualità della rappresentanza politica e, facilitare al contempo l'accesso delle donne alle cariche politiche. L'idea –ha ancora dichiarato l’esponente politico- è di utilizzare una doppia preferenza nella scheda elettorale: un nominativo maschile e uno femminile.. Alla petizione hanno già dato un grande sostegno in tantissimi, e, voglio ringraziare il mondo delle associazioni, che hanno condiviso sin da subito questo nuovo momento, e che proprio nella cittadina di Cariati, hanno raccolto oltre cento firme, grazie anche all'ottimo contributo, della cittadina delegata alle pari opportunità Assunta Trento. Stiamo scrivendo quindi una nuova pagina nella vita politica della nostra Regione, fatta di coinvolgimenti dei cittadini comuni, di quel rapporto tra eletto e elettore, di quel grande senso di appartenenza al territorio, fattori questi ampiamente sollevati negli ultimi giorni dal Presidente della Regione Calabria Scopelliti, e che mi trovano in totale accordo. Ed è in questa direzione, che voglio continuare il mio operato, coinvolgendo sempre di più i cittadini comuni, il mondo delle associazioni ed anche il confronto con altre organizzazioni politiche, in sostanza quella che viene definita in genere: partiamo dal basso, per non discostarci dalle reali istanze che giungono dal territorio”.  La Caligiuri termina con un invito rivolgo a tutti, quello di apporre una firma, perché “è necessario che muti lo scenario politico, affinché anche le donne siano fortemente rappresentate nelle Istituzioni e nelle cariche dirigenziali della politica”.                                                                                                                                                           

di Francesco Madeo | 19/06/2012

Pubblicità

10 aprile decennale IonioNotizie.it vendesi tavolo da disegno studio sociologia buona pasqua ionionotizie bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano Affittasi appartamento Via Nazionale (banner 300x170)


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it