We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Bolzano (Bolzano) - Giornate della cooperazione internazionale, Inaugurate ieri mattina in Municipio. Conferenze, dibattiti e una mostra


Inaugurate ieri mattina in Municipio le Giornate della cooperazione internazionale, dal 10 al 15 settembre, presso la Sala di Rappresentanza del Comune (vicolo Gumer 7), con una serie di conferenze aperte a tutti sul tema "DIRITTI E BISOGNI fra crisi, guerre e carestie" tenute da relatori internazionali. L'assessore alla partecipazione Luigi Gallo ha ricordato l'importanza della cooperazione internazionale proprio in tempi difficili come quelli di oggi"Dalla crisi si può uscire solo se siamo tutti uniti" ha sottolineato, per questo, anche in tempi che impongono all'Amministrazione pubblica di vagliare con oculatezza tutte le spese, il Comune di Bolzano non si sottrae all'obbligo morale di dare sostegno concreto a chi, negli angoli piu disparati del mondo, in prima linea si sforza di promuovere la pace, di portare assistenza economica e spirituale, aiuti umanitari, di promuovere la cultura della convivenza e dei diritti umani. Del resto, nell'era globale in cui viviamo, tutto è interconnesso con tutto, se non si interviene là dove la crisi è più forte, difficilmente potrà riprendersi anche la nostra economia. La mostra Cosa concretamente il Comune fa per la cooperazione internazionale lo si può vedere durante queste Giornate della cooperazione internazionale nel foyer di vicolo Gumer 7, dove è allestita  mostra illustrativa dei progetti di cooperazione allo sviluppo e solidarietà internazionale finanziati nel 2010 per un totale di oltre 100.000 Euro: dalla Bosnia alla Romania, alla Tanzania, alla Bolivia, al Sudan, alla Somalia, a Timor Est, al Perù, all'Honduras, al Senegal, alla Tailandia, progetti come la costruzione di scuole, di pozzi di strutture sociali o centri giovanili, l'acquisto di medicinali e di attrezzature ospedaliere, assistenza ai malati e ai bambini disabili, senza dimenticare la formazione ai giovani. Per un totale di 13 progetti finanziati nel 2010 a 12 associazioni, come Caritas (7.200 €), l'Arca della Solidarietà San Pio X° (8.200 €), il Gruppo Missionario Regina Pacis (29.000 € per due progetti) , gli Amici di Chimorè (8.100 €), Magia delle Ande (9.300), Fondazione Alexander Langer (2.750 €) , Comitato Global Local (8.000), Emergency (6.000 € ), CMG SCS (6.000 € ), Associazione Porte Aperte (13.000), ma anche l'Istituto Comprensivo Bolzano III (3.000 € ) per un gemellaggio con una scuola somala. Alla conferenza stampa, alla presenza del sindaco Luigi Spagnolli, hanno partecipato Luca Sticcotti (Centro Pace del Comune di Bolzano) che ha presentato il programma delle giornate e Matthias Abram (da 40 anni impegnato in prima linea nella cooperazione internazionale) che ha proseguito approfondendo il tema: L'Alto Adige faccia di più per i poveri nel sud del mondo!

di Redazione | 11/09/2011

Pubblicità

Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2024 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it