We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Firenze (Firenze) - Calcio, stasera la nazionale italiana cerca la qualificazione agli Euro 2012 contro la Slovenia


di PIERLUIGI IAPICHINO - Dopo la quasi discreta, ma vittoriosa partita dell’Italia giocata venerdì scorso contro la nazionale delle Isole Far Oer, la squadra degli azzurri cerca ora la sicurezza nel passaggio del turno che la porterebbe a giocare il campionato europeo di calcio 2012. Per farlo basterebbe una vittoria oppure un risultato negativo della Serbia. La nazionale italiana dovrà vedersela stasera contro la Slovenia (all’andata finì 1-0 per l’Italia a  Lubiana), in una partita che sarà disputata a Firenze alle ore 20.45. Non è la prima partita che gli azzurri giocano nel capoluogo toscano durante questo girone di qualificazione. L’ultimo incontro risale al 7 settembre 2010, dove l’Italia ha battuto con il pesante vantaggio di 5-0 le già citate Isole Far Oer. Si è ormai a un passo nell’arrivare ai gironi del prossimo europeo che si giocherà a giugno prossimo. Il commissario tecnico, Cesare Prandelli, spera di festeggiare in una città dove egli è di casa (oltre ai campioni nazionali Alberto Gilardino e Riccardo Montolivo) la qualificazione con due partite di anticipo. Ma l’Italia non è l’unica squadra a voler centrare quest’obiettivo nella giornata odierna. Ci sono infatti anche l’Olanda, l’Inghilterra di Fabio Capello e la Spagna, campione d’Europa e del Mondo. La Germania è attualmente l’unica nazionale a essere in gara per la fase a gironi dell’europeo, tramite qualificazioni. Sono escluse infatti la Polonia e l’Ucraina, in quanto rappresentanti i paesi ospitanti.

di Redazione | 06/09/2011

Pubblicità

Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2024 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it