We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Bari (Bari) - Tre milioni di euro per il terminal bus extraurbani


Si è tenuto ieri l’incontro tra il ministero dell’Infrastrutture e Trasporti, la Regione Puglia, la Provincia e Comune di Bari, rappresentato dall’assessore all’Urbanistica Elio Sannicandro, e Rfi. Grazie all’intervento del ministero, rappresentato dall’architetto Giuseppe Mele, saranno recuperati 3 milioni di euro che Grandi Stazioni, per l’eliminazione  del parcheggio interrato di Piazza Moro, aveva stralciato dal finanziamento di 14 milioni di euro per la riqualificazione della Stazione centrale di Bari con l’intento di destinarli a progetti da realizzare in una città del Nord Italia. I 3 milioni di euro – riferisce testualmente una n ota dell’ufficio stampa del Comune di Bari - saranno utilizzati da Grandi Stazioni per attrezzare l’area delle Ferrovie dello Stato prospiciente l’extramurale Capruzzi, individuata dal Comune di Bari come sede del terminal bus delle linee extraurbane. “Finalmente prende corpo l’idea di questa amministrazione comunale - dichiara il consigliere incaricato alla Mobilità Antonio Decaro - i tempi per un’unica stazione per i bus extraurbani, collegata facilmente con la stazione ferroviaria, si accorciano. Il terminal darà la possibilità di avere in un’unica postazione tutti i bus extraurbani che oggi occupano impropriamente la viabilità cittadina, come una parte dell’extramurale Capruzzi e largo Ciaia. Daremo, così, dignità a migliaia di pendolari attraverso la realizzazione di sale d’attesa, pannelli a messaggio variabile con indicazione degli orari dei bus e dei treni, ufficio biglietteria e piccole attività commerciali, la cui gestione potrà essere affidata a Grandi Stazioni. Attraverso una scala mobile sarà anche possibile accedere ai sottopassi ferroviari e scambiare il mezzo di trasporto. Aspettiamo nelle prossime settimane la delibera di approvazione da parte del ministero del progetto di Grandi Stazioni”.    “Ancora una volta - osserva l’assessore Sannicandro -  la concertazione tra ministero ed enti locali ha portato a scelte condivise per la pianificazione urbanistica della città. Le aree ferroviarie in fase di dismissione da parte delle ferrovie dello Stato rappresentano una risorsa importante per la sviluppo sostenibile urbano”.  

di Redazione | 01/07/2011

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2022 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it