We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - “Jonathan Livingston Seagull” è pronto per volare. Oggi pomeriggio iniziativa dell’Itas - Itc


“Non dar retta ai tuoi occhi, e non credere a quello che vedi. Gli occhi vedono solo ciò’ che è limitato. Guarda col tuo intelletto, e scopri quello che conosci già’, allora imparerai come si vola...” note  di Richard Bach, divenute forza, carica vitale da parte degli  alunni della II S itas itc di Rossano che, oggi, mercoledì 8 giugno, alle ore17, nell’aula magna metteranno in scena il celebre romanzo breve “Il gabbiano Jonathan Livingston” con giochi di luce, effetti scenici. Il progetto ,  guidato dalla prof.ssa  Caterina Madeo e curato dalla tutor Giovanna Dimitri, è un progetto Pon . L’opera ,un musical con parti recitate, cantate, danzate tutto in lingua  inglese,è tradotta, nei nessi fondamentali, dal narratore in lingua italiana. Grande è il fermento per i preparativi  all’insegna di un percorso maturato tra fantasia, morale e spiritualità, in cui alunni e docenti hanno imparato insieme a “Spezzare le catene che imprigionano il pensiero ..” Imparare a volare e vivere attraverso l'abnegazione e il sacrificio è la ricerca di ciascuno di noi ,di un'immagine del Grande Gabbiano, di un'infinita idea di libertà, senza limiti. Jonathan è un gabbiano diverso dagli altri: il suo desiderio non è mangiare, ma imparare a volare in modo perfetto. Nessuno capisce la sua passione per il volo, dal momento che volare è considerato soltanto come una comodità per procurarsi il cibo. E’ questo il filo conduttore: scoprire che se non impari nulla, il mondo di poi sarà identico a quello di prima, con le stesse limitazioni; che l’uomo non può vivere per soddisfare solo i propri bisogni primari ,ma deve andare aldilà dell’orizzonte. Avvicinare i ragazzi al teatro ha avuto  lo scopo di accrescere le loro conoscenze attraverso “esperienze” e  “riflessioni”  utili di  problemi visti ed affrontati  secondo una pluralità di ottiche, di angolature inconsuete. Ha fatto sì che i ragazzi divenissero  consapevoli dell'esistenza di relazioni più profonde e nascoste. I giovani, d’altra parte,con il loro entusiasmo  hanno  mostrato di voler essere coinvolti, considerati a far parte di progetti di vita alti, educati a saper volare sempre più in alto e con perfezione . La scuola ,attraverso la sensibilità del Dirigente Scolastico Maria Gabriela Chiodo, ha  creato occasioni di formazione continua e sistematica, capace di innalzare il livello culturale e di benessere del territorio riappropriandosi, così, del ruolo di centro di promozione culturale, relazionale e di cittadinanza attiva nella società civile in cui opera.” Per questo d'ora in poi vivere qui sarà più vario e interessante ...Noi avremo una nuova ragione di vita. Ci solleveremo dalle tenebre dell'ignoranza,ci accorgeremo di essere creature di grande intelligenza e abilità. Saremo liberi! Impareremo a volare!”

di Redazione | 08/06/2011

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2022 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it