We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Venezia (Venezia) - Il Padiglione Venezia riapre i battenti alla 54. Biennale d’Arte con “Mariverticali” di Fabrizio Plessi


La promessa è stata mantenuta: il 30 marzo scorso il sindaco di Venezia, Giorgio Orsoni, ha consegnato le chiavi del Padiglione Venezia al presidente di Fondaco, Enrico Bressan, che si era impegnato a concludere la “restaura-azione” finanziata dalla Maison Louis Vuitton e da Arzanà navi Spa in tempo per poter ospitare la mostra “MARIVERTICALI” di Fabrizio Plessi e così è stato. Nel corso dell’inaugurazione della mostra, che si è tenuta l’altro ieri, al sindaco, prima del consueto taglio del nastro, sono state simbolicamente restituite le chiavi  dell’edificio realizzato nel 1932 su progetto di Brenno Del Giudice, che il curatore Renzo Dubbini ha definito “esempio di razionalismo architettonico di grande suggestione”. Orsoni ha espresso la sua gratitudine per la restituzione di questo spazio: “nessuno meglio di Fabrizio Plessi avrebbe potuto rappresentare la sua reinaugurazione – ha commentato. E’ un segnale importante creare degli spazi affinché Venezia non sia soltanto un grande palcoscenico, ma possa sviluppare cultura e vorrei far capire che la sua presenza all’interno della Biennale è una presenza attiva. Questa Città produce arte e sa proporsi al mondo con iniziative importanti: lo dimostrano - ha concluso il sindaco Orsoni - gli imprenditori, gli industriali locali e internazionali e l’artista di fama mondiale che hanno promosso e accettato questa sfida.  Anche il commissario del Padiglione Venezia, Madile Gambier, ha sottolineato l’importanza di questo ulteriore tassello nel quadro dell’importante processo di ridefinizione e allargamento degli spazi dedicati alla cultura. “La gestione del Padiglione da parte del Comune di Venezia vuole continuare ad alimentare questo processo con l’auspicio di poter in futuro fare di quest’area non solo una cittadella dell’arte aperta tutto l’anno, ma anche un importante volano economico per la Città”. Il commissario ha poi illustrato un’altra importante collaborazione dell’Amministrazione con l’Università di Ca’ Foscari avviata in occasione della mostra di Plessi grazie al progetto di mediazione culturale: giovani universitari appositamente formati presidieranno la mostra consentendo al pubblico una lettura attiva del percorso espositivo. “Simbolicamente oggi abbiamo voluto riaprire l’ingresso al Padiglione da Sant’Elena – ha concluso Madile Gambier - per sottolineare la volontà che questa rinnovata struttura si apra alla Città”.

di Redazione | 03/06/2011

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno studio sociologia Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2022 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it