We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Si organizza la 96° edizione della festa di San Giuseppe tra "identità, memoria e tradizioni"


"Identità e memoria": sarà questo il tema della 96° edizione della Festa di San Giuseppe organizzata dal Comitato Festa San Giuseppe per Sabato 19 e Domenica 20 marzo 2011. La scelta del tema "Identità e memoria" non è casuale: "l'assenza della memoria è una perdita d'identità; se non avessimo la nostra memoria non sapremmo chi siamo". La Festa di San Giuseppe è, innanzitutto, "identità e memoria" me, quindi, "tradizione" che unisce diverse comunità: infatti, anche se la festa si svolge nelle contrade di Amica e di Iti, che celebrano da 96 anni la festa di San Giuseppe quale momento per manifestare la propria identità, alla ricorrenza – riferisce testualmente una nota del Presidente del Comitato Festa San Giuseppe Agostino Campana - partecipano anche le comunità di Longobucco, Paludi, Cropalati e altri paesi limitrofi. La tradizione, l’identità , la storia e la memoria del 19 marzo vengono testimoniate anche da un piatto tipico: "U Mmitu e San Giuseppe", un pasto a base di pasta e ceci cotti nel quadrame di rame, che nell'antichità veniva offerto dai nostri avi ai poveri e ai vicini di casa alla vigilia della festa di San Giuseppe e che oggi rappresenta un momento di aggregazione per tutti. Dietro la manifestazione c'è anche storia, una storia antica e commovente che ha origini lontane, che risalgono precisamente alla prima guerra mondiale. "La mamma di un giovane chiamato al dovere dal conflitto mondiale, non avendo notizie sulla sorte del figlio, chiese la grazia a San Giuseppe, di rivedere sano e salvo il giovane soldato, impegnandosi a creare, in suo onore, una piccola cappella. Il miracolo avvenne e la famiglia, mantenendo fede alla promessa fatta a San Giuseppe, creò in contrada Iti una nicchia con la raffigurazione del Santo, e, di anno in anno, mantiene vivo il ricordo di ciò, onorando il protettore in coincidenza con il 19 marzo. Il Comitato festa di San Giuseppe, presieduto da Agostino Campana, ha così articolato il ricco programma: Sabato 19 marzo 2011: - alle ore 9,00 la processione che partirà dalla cupola di San Giuseppe alla Chiesa di C.da Iti; - alle ore 9,30 la Santa Messa celebrata da Don Umberto Sapia presso la Chiesa di C.da Iti; - alle ore 13,00 "U mmit e San Giuseppe" da degustare presso l'Agriturismo sito in C.da Iti; - alle ore 19,00 l'intrattenimento con i balli tradizionali de "I TARANTA OVER" di Longobucco; - alle ore 20,30 la serata sarà allietata dalla musica del giovane rossanese Alfredo Lavorato.   Domenica 20 marzo 2011 i festeggiamenti continueranno nella nuova piazza di C.da Amica con una serata dedicata alla  "Pizzica Salentina" ad opera de "I SCIANARI", un gruppo di musica popolare salentina nato nel 2006 a Cannole (Le) e operante nel Salento e su gran parte del territorio nazionale. Le notevoli esperienze musicali dei singoli componenti, associata alla passione indominata per la pizzica e le musiche di tradizione, fanno de "I SCIANARI" uno dei gruppi più apprezzati e coinvolgenti delle maggiori manifestazioni salentine.     A tutta la popolazione rivolgiamo l'invito a partecipare numerosi.

di Redazione | 11/03/2011

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2022 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it