We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Il sociologo Antonio Iapichino lancia un monito: “Azioni ad hoc per meglio accogliere e apprezzare il diversamente abile”


<<Il bisogno oggettivo di creare i presupposti per migliorare la qualità della vita delle persone diversamente abili. La necessità di pianificare a livello amministrativo azioni ad hoc in grado di lanciare i necessari input verso la comunità sociale, per fare in modo che ogni persona sappia saper accogliere e apprezzare il disabile>>. E’ il monito del sociologo Antonio Iapichino (nella foto), finalizzato ad avviare le premesse per un sempre maggiore apprezzamento delle peculiarità dei diversamente abili. Il dottore Iapichino, per di più, evidenzia che nelle cittadine a vocazione turistica <<sarebbe opportuno>>, afferma testualmente il professionista <<creare strutture idonee a ricevere ospiti con problemi di disabilità. In primis sarebbe necessaria la realizzazione di servizi igienici pubblici adeguati>>. Il sociologo di Mirto Crosia, inoltre sottolinea il bisogno di <<non sottovalutare la necessita di avviare una campagna di sensibilizzazione mirata a tutelare il posto auto riservato ai disabili>>. E’ spiega che <<è da questi piccoli “grandi” gesti che si contraddistingue una comunità sociale aperta e culturalmente cresciuta>>. Iapichino, poi, porta una testimonianza concreta: la disabilità vista da un disabile. Si tratta di Luigi Madeo. Una persona che,  nonostante su una sedia a rotelle da trenta anni, è operosa e vuole essere, per quanto possibile,  autonoma, tant’è che ha acquistato un particolare scooter che gli consente di uscire e girare lungo le strade urbane. Madeo, però, - commenta il sociologo Iapichino - ha lanciato un forte allarme: <<abbattere le “barriere mentali”, perché quelle architettoniche, pian piano si stanno eliminando>>. Dunque, la necessità, di rendere consapevole l’opinione pubblica circa i comportamenti da assumere. <<Spesso>>, ha detto Luigi Madeo, <<arrivo nelle vicinanze degli scivoli, creati appositamente dai vari comuni, e vi trovo automobili parcheggiate sopra, che quindi non mi consentono di oltrepassare>>.  Luigi Madeo, ha messo  in risalto che l’Italia è uno dei Paesi più civili, che prevede apposite normative che tutelano le persone diversamente abili. Però, ha fatto rilevare che a volte <<alcune di queste leggi restano soltanto sulla carta, perchè in realtà vengono disattese>>. Infatti, ha evidenziato che <<alcune strutture, ancora, non sono accessibili alle persone che si muovono su una sedia a rotelle>>. Questo rappresenta <<un altro serio e importate problema da combattere e da far conoscere, con la speranza che si possa risolvere al più presto>>. Luigi Madeo, è una persona aperta e disponibile al dialogo e al confronto sulle questioni legate alle problematiche che affliggono i diversamente abili, però, <<i problemi vanno affrontati e risolti>>. A giudizio del dottore Iapichino <<è necessario che istituzioni e cittadini facciano la propria se realmente vogliamo considerarci appartenenti a una comunità sociale civile>>.

di Redazione | 10/03/2011

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2022 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it