We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Mandatoriccio (Cosenza) - Preghiamo con il Salmo 121 (120)


di DON MICHELE ROMANO - Il Salmo 121 (120), è un Salmo di fiducia, poiché in esso risuona in modo preponderante, per ben sei volte, il verbo ebraico "shamàr", che significa "custodire" e "proteggere". Dio, il cui nome è invocato ripetutamente, emerge come il "custode", sempre sveglio, attento e premuroso; la "sentinella" che veglia sul suo popolo per tutelarlo da ogni rischio e pericolo. Il Salmo che oggi meditiamo, fa parte della raccolta dei "cantici delle salite" o "ascensioni", ossia del pellegrinaggio, verso l'incontro col Signore nel tempio di Sion (o Gerusalemme). il canto si apre con uno sguardo dell'orante rivolto verso l’alto, "verso i monti" (v 1), dove sorge Gerusalemme, perché da lassù viene l'aiuto, perché lassù abita il Signore nel suo Tempio Santo, perchè "Egli ha fatto cielo e terra" (v 2). Questa fiducia è illustrata, attraverso l'immagine del custode e della sentinella che, nel loro specifico, vigilano e proteggono. Si allude anche al piede che non vacilla (v 3) nel cammino della vita, e forse al pastore che nella sosta notturna, veglia sul suo gregge senza addormentarsi: "Non prenderà sonno il custode di Israele" (v 4). Subentra, poi, un altro simbolo, quello "dell'ombra", ed il pensiero ci riporta alla storica marcia nel deserto del Sinai, ove il Signore camminava alla testa di Israele: "Il Signore marciava alla loro testa di giorno con una colonna di nube, per guidarli sulla via...!" (Es 13, 21). Quante volte troviamo questa espressione nei Salmi: "Proteggimi o Dio, all'ombra delle tue ali (Sal 16,8; Sal 90,1). Dopo la veglia e l'ombra, c'è un terzo simbolo, quello del Signore che "sta alla destra" del suo fedele (v 5). È la posizione tipica del difensore, sia militare che processuale: è un modo di affermare la certezza di non essere abbandonati, nel tempo della prova e della persecuzione.
Il Salmista, a questo punto, ritorna sul tema della protezione: essa avviene non solo durante il caldo del giorno, ma anche di notte. Questo perché, nell'antichità, si riteneva che di notte anche i raggi lunari fossero nocivi: causa di febbre, o di cecità, o persino di follia, perciò il Signore ci protegge anche nella notte (v 6). Così il Salmo giunge alla fine, con una sintetica dichiarazione di fiducia: Dio ci custodirà con amore in ogni istante, tutelando la nostra vita da ogni male (v 7).
Ogni nostra attività, poi, riassunta nei due verbi estremi "dell'uscire" e "dell'entrare", è sempre sotto lo sguardo vigile del Signore: "da ora e per sempre" ( v 8). Ed ora preghiamo insieme, con i versetti di questo meraviglioso Salmo:

*Alzo gli occhi verso i monti: da dove mi verrà l'aiuto?*

*Il mio aiuto viene dal Signore: egli ha fatto cielo e terra.*

*Non lascerà vacillare il tuo piede, non si addormenterà il tuo custode.* 

*Non si addormenterà, non prenderà sonno il custode di Israele.*

*Il Signore è il tuo custode, il Signore è la tua ombra e sta alla tua destra.*

*Di giorno non ti colpirà il sole, nè la luna di notte.*

*Il Signore ti custodirà da ogni male: egli custodirà la tua vita.*

*Il Signore ti custodirà quando esci e quando entri, da ora e per sempre.*

I Padri della Chiesa, hanno visto in questa raccolta di Salmi (da 120 a 134), denominati "Salmi delle ascensioni", così chiamati perché venivano usati dai Pellegrini, quando salivano a Gerusalemme al Tempio, e li hanno visti e considerati sempre, una vera "icona" dei canti che la Chiesa "pellegrinante" innalzava al suo Signore. Quindi, recitare oggi questo Salmo, primo della "raccolta", può essere per tutti noi, un valido aiuto nella Preghiera di chi fa un Pellegrinaggio, ai tanti Santuari che conosciamo, facendo di esso: un'esperienza di profonda Fede e di incontro col Signore Gesù. Auguro, pertanto, a tutti, un buon inizio di giornata con la recita orante di questo Salmo, ed una serena giornata.

 


di Rubrica autogestita dalla parrocchia "San Giuseppe" Mandatoriccio Mare | 21/06/2024

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2024 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it