We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Il Circolo culturale attribuisce la tessera socio onorario al preside Carrisi


Il Consiglio direttivo del Circolo culturale “Umberto Zanotti Bianco” di Mirto Crosia ha attribuito il riconoscimento di socio onorario al preside Giuseppe Carrisi. Una vita,  quella del professore Carrisi, spesa per la formazione e l’educazione dei giovani. Punto di riferimento di varie generazioni. Egli, come docente di matematica nell’allora scuola media “Vincenzo Padula” di Mirto ha sempre cercato di dialogare con i propri alunni. Non solo un’attività didattica limitata alle azioni curriculari, ma anche un’interazione costante sulle circostanze della vita. Lo stesso prof, compositore di numerosi pezzi musicali, sia di tipo religioso che di musica leggera, dagli anni Settanta, in poi, ha sempre aperto le porte della sua casa ai giovani. Figlio d’arte, del maestro di musica Giacomo, ai ragazzi ha dato le giuste dritte per l’esecuzione musicale dei brani. Per tanti anni direttore della Schola cantorum della parrocchia “Divin Cuore” di Mirto, ha partecipato in maniera sistematica alle varie funzioni religiose, che venivano presiedute in quegli anni dal compianto mons. Pietro De Simone. Diventato preside, nonostante gli ulteriori impegni professionali, non ha mai tralasciato la sua attività musicale con i giovani (ormai cresciuti). È il fondatore del “Minifestival” (una realtà canora storica, durante le giornate di Carnevale) che egli ha  condotto direttamente per numerose edizioni. Il Circolo culturale ha voluto riconoscere al preside Carrisi questo impegno per il sociale e la cultura. La consegna formale della tessera, oltre a una targa artigianale in ceramica, è avvenuta nel corso di una cerimonia tenuta nella sala conferenza dello stesso Circolo di Mirto e coordinata dal sociologo specialista, Antonio Iapichino, presidente del Circolo. Ampia la partecipazione di pubblico che ha accolto gioia e commozione la scelta dell’esecutivo del Circolo culturale. Nell’ambito della cerimonia ci sono state due testimonianze: don Giuseppe De Simone, vicario episcopale per la Cultura della Diocesi di Rossano – Cariati, che ha seguito,  sin da giovincello, l’impegno del professore Carrisi in ambito sociale e parrocchiale e Marcello Cinelli, uno dei giovani degli anni Ottanta che ha sottolineato l’approccio pedagogico, oltre che amichevole, dell’esimio formatore Giuseppe Carrisi.


di Redazione | 10/09/2023

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2023 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it