We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Giornata mondiale dell'abbraccio-il pettegolezzo e la cura


di LETIZIA GUAGLIARDI - Nel 4° incontro del Lab di scrittura creativa “Io scrivo con letizia” con i miei piccoli scrittori in erba (la 3B della scuola primaria “Monachelle” di Rossano) abbiamo scoperto che allo Stagno Verderame alcune rane sono delle pettegole incallite. Mentre tutti sono preoccupati per la scomparsa del Rospetto Saltellino loro perdono tempo ad accusare Rana Gelosina, a insinuare sospetti su Rospo Furibondo e a raccontare fatti inutili, cattivi e non veri. La situazione degenera, poi è fuori controllo.

“…come una freccia dall’arco scocca e vola veloce di bocca in bocca…” (Fabrizio De Andrè -“Boccadirosa”)

Cosa si nasconde nel pettegolezzo? FRUSTRAZIONE – INVIDIA – VOGLIA DI METTERSI IN MOSTRA – BISOGNO DI ATTENZIONI.

“La gente vede, sente e parla. Purtroppo però vede male, sente poco e parla troppo.” (Roberto Benigni).

Il pettegolezzo è cosa antica: è menzionato anche nella Bibbia:

1Timoteo 5:13: Inoltre esse (le vedove più giovani) imparano anche ad essere oziose e ad andare in giro per le case, ed ancor peggio, non solo ad essere oziose, ma anche pettegole e indiscrete e a parlare di cose inutili.

Proverbi 11:12-13: Chi disprezza il suo prossimo è privo di senno, ma l’uomo prudente tace. 13 Chi va in giro sparlando svela i segreti, ma chi ha lo spirito leale cela la cosa.

Il 21 gennaio è stata la Giornata Mondiale dell’ABBRACCIO.

A questo proposito gli abbracci – magari accompagnati da parole gentili – possono essere una cura molto efficace contro il pettegolezzo (e, quindi, contro la rabbia, il rancore, ecc.). Questa cura – ormai scientificamente testata – è davvero miracolosa. Vi allego il bugiardino illustrativo:

INDICAZIONI: trattamento sintomatico del pettegolezzo (e delle sue cause) da lieve a moderato a particolarmente grave.

POSOLOGIA: ogni giorno allenarsi a dire solo cose buone, vere e utili. Si comincia con piccoli tentativi, poi si raccomanda di aumentare progressivamente il dosaggio.

PRINCIPI ATTIVI: l’assorbimento dei principi attivi di questa cura (amore, gioia, gratitudine, gentilezza, empatia, ecc.) dipende dalla velocità dello svuotamento gastrico (bile, rabbia, invidia, rancore, ecc.)

EFFETTI INDESIDERATI: non si sono verificati finora effetti indesiderati in nessun tipo di paziente, anche nelle persone anziane, le donne in gravidanza o sulla salute del feto. La cura è compatibile anche con l’allattamento al seno. Nessun effetto collaterale anche nei pazienti affetti da pettegolezzo cronico.

USO FREQUENTE: la cura non altera la capacità di guidare veicoli o di usare macchinari.

SOVRADOSAGGIO: non esiste il rischio di intossicazione né di allergie.

SCADENZA: la cura vale per tutta la vita.

CONSERVAZIONE: la cura va tenuta alla portata e alla vista dei bambini.

AVVERTENZE: nella maggior parte dei casi, si evidenziano sensibili miglioramenti già dopo 2-3 settimane dall’inizio della cura con una piena ripresa della gioia di vivere.

Sempre a proposito di abbracci, potrebbe essere utile anche il mio libro "Ti scrivo per abbracciarti":

QUI il link per ordinarlo.

A volte non si sa esprimere a voce ciò che si vorrebbe dire ad una persona. Beh…in questo caso un abbraccio può sostituire molto bene le parole.


di Letizia Guagliardi | 25/01/2023

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno studio sociologia Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2023 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it