We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - La parola per il 2023: splendiosa


di LETIZIA GUAGLIARDI - Ogni nuovo anno scelgo una parola che mi accompagnerà per i prossimi 365 giorni. Quella che ho scelto per questo 2023 iniziato iniziato da quattro giorni l’ha inventata un bambino di 8 anni, Mario, che ha partecipato alla festa di Natale che ho organizzato il 17 dicembre (QUI).

La parola è…SPLENDIOSA!

Io la trovo una parola bellissima. Può avere due significati:

1) splendente e radiosa

2) splendi e osa

Entrambi i significati vanno bene per la nostra vita e per noi stessi. Infatti, dobbiamo splendere:

“Siete voi la luce del mondo. Una città costruita sopra una montagna non può rimanere nascosta. Non si accende una lampada per metterla sotto un secchio, ma piuttosto per metterla in alto, perché faccia luce a tutti quelli che sono in casa. Così deve risplendere la vostra luce davanti agli uomini, perché vedano il bene che voi fate e ringrazino il Padre vostro che è in cielo.” Mt.5,14-16

E dobbiamo osare. Ci sono persone che, durante una tempesta, stanno rannicchiate nella propria barchetta, in balia delle onde. E ci sono persone che, invece, osano affrontare i marosi. Come Pietro.

Ci sono persone che stanno sempre a riva e guardano la vita che passa davanti a loro. E ci sono persone che osano prendere il largo con fede, speranza e amore. Sempre come Pietro.

Ognuno di noi deve avere CONSAPEVOLEZZA del proprio valore. Dobbiamo scoprire i nostri talenti e dobbiamo desiderare di condividerli con gli altri. Dobbiamo avere PERSONALITA’, essere noi stessi e non imitare nessun altro essere umano. Stare all’ombra di qualcun altro non fa risplendere la nostra luce. E dobbiamo allenarci alla GRATITUDINE.

Le parole che ho evidenziato sono quelle che ho scelto negli ultimi tre anni: CONSAPEVOLEZZA nel 2020, PERSONALITA’ nel 2021 e GRATITUDINE nel 2022. Ogni nuova parola scelta come stile di vita non cancella le precedenti, naturalmente. Tutte insieme devono armonizzarsi in una persona, come gli strumenti di un’orchestra.

È difficile splendere e osare? Certo, eccome! E a volte è anche rischioso. Ma stare spenti lo è di più!

“È difficile fare
le cose difficili:
parlare al sordo
mostrare la rosa al cieco.
Bambini, imparate
a fare le cose difficili:
dare la mano al cieco,
cantare per il sordo,
liberare gli schiavi
che si credono liberi.” (Versi tratti dalla poesia “Lettera ai bambini” di Gianni Rodari)

Un anno splendente e radioso per tutti noi!


di Letizia Guagliardi | 04/01/2023

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno studio sociologia Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2023 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it