We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cassano Allo Ionio (Cosenza) - Consegnata benemerenza ai sindaci dal Dopoguerra a oggi. Inaugurata mostra foto


Si è tenuta la cerimonia di consegna della civica benemerenza ai sindaci dal Dopoguerra a oggi avvenuta nel corso di un Consiglio convocato in modalità aperta dal Presidente del Consiglio Lino Notaristefano. Attorno al tavolo del Consiglio comunale si sono riuniti tutti i sindaci che negli ultimi anni hanno guidato questa comunità mentre nel pubblico erano presenti anche i familiari di quelli che, purtroppo, non ci sono più ma che hanno onorato e servito la città con grande onore e spirito di servizio. Nel corso della cerimonia sono intervenuti tutti i sindaci o loro rappresentanti.

“Dopo la mia ri-elezione del 2019 - ha raccontato il sindaco Gianni Papasso nel corso del suo intervento - mi sono interrogato sul fatto se continuare o meno a fare politica con spirito di rivalsa oppure inaugurare un nuovo corso. Visto il disagio che la città vive in questi anni abbiamo deciso di cambiare passo”. L’obiettivo è stato quello di valorizzare i talenti locali, che hanno sfondato nella vita e nella professione che onorano Cassano, che vanno avanti, per dire che nella nostra comunità c’è soprattutto gente così.

È con questo spirito che allo stesso tavolo sono seduti i Toscano con Frasca e Bloise, Aloise con Senise e Nuccio Leone, Ciccio D’Elia, Di Cunto, Pietro Di Benedetto, Bernardo, Salmena, Perciaccante, Senise, Peruzzi, Gianluca Gallo e Gianni Papasso. Forti personalità che nel passato hanno avuto anche scontri politici importanti. “Credo - ha detto ancora Papasso – che sia stato un momento importante. Perché secondo me questa comunità, difronte all’emergenza, deve ritrovare l’unità. Quell’unità che quando c’è stata, ha dato i suoi frutti e quando non c’è stata ha fatto regredire. Noi ci siamo scontrati diverse volte ma c’era una tensione ideale che oggi non c’è più”.

“Ho voluto questa cerimonia - ha concluso - sia per lasciare un segno tangibile di quanto fatto da tutti noi negli anni dal Dopoguerra in poi da questa classe politica che - nonostante i difetti e sulla quale si spara facilmente - ha lavorato per la città e la comunità e sia, soprattutto, per metterci insieme e chiedere a tutti voi aiuto. Stare insieme - anche con altre istituzioni come la Chiesa rappresentata ieri dal Vescovo monsignor Francesco Savino - per superare questo momento di difficoltà che sta vivendo Cassano e per far sì che la comunità recuperi ed esca fuori da questo momento di emergenza e possa dare una speranza concreta ai suoi figli e ai più giovani. C’è uno spopolamento senza precedenti non solo a Cassano ma anche in tutte le città vicine come Cosenza e Castrovillari. Molti se la prendono con la politica locale ma i tempi sono cambiati e le situazioni sono molto diverse. Basti pensare alla crisi avuta col Covid e dopo il Covid. Anzi la politica può e deve essere una soluzione. Per questo la speranza è quella di stare insieme, recuperare unità, recuperare amicizia, stringerci la mano e sperare, immaginare che la cappa che ora affligge Cassano possa essere spazzata via e i talenti possano emergere e guardare con speranza al futuro”. A fine cerimonia, poi, è stata ufficialmente inaugurata la Galleria dei Sindaci con le foto dei primi cittadini dal Dopoguerra a oggi.

 


di Redazione | 18/12/2022

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno studio sociologia Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2023 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it