We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cariati (Cosenza) - GLI STUDENTI DELL’IIS CARIATI INCONTRANO PAPA FRANCESCO


“Diventate poeti di pace!”, questa l’esortazione di Papa Francesco al termine dell’incontro con gli studenti italiani della rete "Scuole di Pace", tenutosi presso l’Aula Paolo VI del Vaticano al quale ha preso parte anche l’Iis Cariati. La prestigiosa iniziativa, che ha visto la partecipazione di 17 scuole, rientra nel programma “Per la pace con la cura”, proposto dal Coordinamento Nazionale Scuole di Pace al quale l’Istituto del basso Jonio cosentino aderisce per il secondo anno consecutivo.

L’incontro con Papa Francesco è stato preceduto dalla lettura in classe degli “esercizi di Pace” attraverso il vademecum distribuito agli studenti delle classi partecipanti al progetto. Il 28 novembre scorso una nutrita delegazione di studenti e docenti, con in testa la DS Aiello, ha assistito a questo evento straordinario, frutto di mesi di preparazione e cura attraverso il costante confronto tra il Coordinamento Nazionale Rete Scuole di Pace, diretto dal Dott. Flavio Liotti, il coordinamento del preside Aluisi Tosolini, la referente Randa Harb e lo staff dirigenziale dell’IIS di Cariati. Emozione e stupore le parole chiave di una giornata trascorsa insieme ai 6000  presenti, tra studenti, docenti e amministratori giunti da tutta Italia. Grazie a loro, in tanti hanno visto e capito cosa può fare una scuola che cerca di educare alla pace e alla cura.

E’ stato davvero significativo condividere con tanti giovanissimi un momento così importante e sentire il loro entusiasmo che è giunto al cuore di Papa Francesco attraverso i canti, le grida gioiose e le preghiere. Insieme con la DS Aiello, ad accompagnare i novanta studenti dell’IIS Cariati, anche i due collaboratori del Dirigente, la prof.ssa Concetta Cosentino e il prof. Antonio Caruso, le prof.sse Dina Gangale, Patrizia Chieffalo e Emanuela Ientile (quest’ultima referente del progetto “Per la Pace - Con la cura”, inserito nel PTOF d’Istituto), i proff. Luca Bombardiere e Leonardo Donnici e, per il plesso di Mirto-Crosia, i referenti di plesso proff. Caterina Urso e Gianfranco Manna, il prof. Pietro Simari e il docente di religione Don Pasquale De Simone. Anche le famiglie a casa, gli studenti rimasti in classe e i docenti hanno potuto seguire l’evento attraverso il canale Vatican Media Live che ha trasmesso la diretta streming, le cui telecamere hanno più volte inquadrato il colorato striscione dell’IIS Cariati, posto sulla transenna in prima fila. Numerosi messaggi di ringraziamento sono giunti alla DS Aiello e ai docenti da parte dei genitori per la preziosa opportunità che è stata concessa ai loro figli. Inoltre, al personale addetto della Santa Sede sono stati consegnati per il Santo Padre alcuni doni realizzati dagli alunni stessi e un gagliardetto scolastico e pubblicazioni su Cariati e sull’IIS da parte della dirigente Aiello e dei docenti.

Nel suo discorso il Santo Padre ha più volte ricordato di come la brama di potere e di denaro siano cause di discordia e di guerre; ha poi pronunciato parole di fiducia nei confronti dei giovani, esortandoli a seguire l’esempio del Santo di Assisi di cui ha scelto il nome, nonché a leggere e studiare poiché la cultura salva dal male e dall’ignoranza, a diventare, insomma, “poeti di pace”. Al termine della mattinata il Santo Padre è sceso tra il pubblico per salutare i convenuti in un clima di festa e di allegria e non ha risparmiato saluti, sorrisi e benedizioni alla folla che lo ha acclamato. “Non mi sembra vero che abbiamo visto il Papa” hanno affermato ancora increduli alcuni studenti; “Sono riuscito a toccare la sua spalla!”, ha esclamato un altro alunno con un’emozione tale da fargli luccicare gli occhi; “Poter vedere il Papa e ascoltare le sue parole così da vicino è stata un’esperienza che non dimenticheremo mai”; “Tutta la stanchezza del lungo viaggio mi è passata in un momento, non appena siamo entrati nella Sala Paolo VI ed abbiamo atteso l’arrivo del Papa”; “La sua figura mi ha trasmesso fiducia e coraggio”, “Non si incontra il Papa tutti i giorni! Di questo saremo sempre grati alla nostra Dirigente e ai nostri docenti”, queste tra le tante altre testimonianze dei giovani dell’IIS di Cariati. Lacrime di commozione e di gioia, abbracci, stupore, insomma, la “cura” di Papa Francesco è stata piacevolmente contagiosa per tutti. Un viaggio che è stato occasione anche di crescita e di arricchimento culturale, infatti gli studenti hanno potuto ammirare la stupenda sala commissionata da Papa Paolo VI e progettata dall’architetto Pierluigi Nervi negli anni ‘70 del ‘900, al centro della quale spicca la pregevole “Resurrezione”, una monumentale opera in bronzo di Pericle Fazzini, realizzata anch’essa nel 1975; senza dimenticare le note opere come il maestoso “cupolone” di Michelangelo e l’immenso portico del Bernini che abbraccia Piazza San Pietro.

Al termine di una giornata così emozionante si è ripartiti alla volta di Cariati e nonostante la comprensibile stanchezza, questa ha lasciato il posto alla gioia della condivisione. “Faremo tesoro di questa esperienza!” ha riferito la DS Sara Giulia Aiello, “Porteremo l’energia che essa ha generato anche a coloro che non hanno avuto la possibilità di partecipare. Ed è con questo spirito, suggerito anche dal Coordinamento Nazionale Rete per le Scuole di Pace, che ci ripromettiamo di organizzare momenti di riflessione tra i partecipanti per condividere i pensieri e le emozioni di ciascuno”. L’incontro con Papa Francesco è stato una tappa del percorso didattico “Per la pace. Con la cura” che proseguirà con la Giornata nazionale della Cura che si terrà il prossimo marzo e la Marcia Perugia Assisi delle scuole del 21 maggio 2023.


di Redazione | 13/12/2022

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno studio sociologia Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2023 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it