We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Proposta normativa randagismo, anche Giuliana Morrone ha partecipato stesura con Graziano


"Una legge regionale per arginare il fenomeno del randagismo e per tutelare il mondo dei cani d’affezione. In Consiglio regionale è incardinata una proposta normativa, a firma del consigliere regionale Giuseppe Graziano, alla cui stesura ha partecipato anche l’assessore comunale di Crosia, con delega alle Politiche del randagismo, Giuliana Morrone. Maggiori e più stringenti regole – si legge in una nota stampa del Comune di Crosia - contro l’abbandono dei cani, più poteri agli organi di controllo e una serie di nuovi precetti per regolare al meglio le adozioni e la cura degli animali. Sono i cardini centrali della legge con una novità assoluta che è anche un grande segno di civiltà: l’abolizione delle catene per tutti i cani domestici". Intanto, lo scorso 8 novembre la stessa amministratrice comunale "si è recata a Reggio Calabria nella sede del Consiglio regionale per essere udita in seno alla Terza Commissione Sanità, all’interno della quale si sta completando l’iter di approvazione della Legge regionale". A giudizio di Giuliana Morrone è "lodevole la volontà del Consiglio regionale nel voler dare una risposta concreta e risolutiva alla questione del randagismo. Un problema che – ha commentato l’amministratrice locale – affligge tutti i comuni calabresi anche a causa di una normativa a oggi di fatto inesistente che rimanda ad altre leggi e regolamenti. Grazie a questo nuovo quadro legislativo, invece, diamo un’impostazione sulle responsabilità, gli oneri e gli impegni che i cittadini devono avere nei confronti degli animali di affezione". Inoltre, "vengono inserite nuove e più stringenti regole per limitare il fenomeno del randagismo e mettere, quindi, i comuni nelle condizioni di poter agire subito e con risolutezza". E ha aggiunto: "Sono onorata di aver partecipato al gruppo di lavoro costituito dal consigliere regionale Giuseppe Graziano, che ringrazio, per la redazione della Legge. Insieme a me, tra gli altri, anche Mario Russo dell'Osservatorio "GiustiziAnimale". Mi onoro – ha detto la dottoressa Morrone - di aver inserito all’interno della proposta normativa l’abolizione dell’utilizzo delle catene per i cani e gli animali domestici". L’assessore crosiota è convinta che "il Comune di Crosia sarà, nei prossimi mesi, un comune virtuoso nell’adozione dei dettami del nuovo quadro normativo con l’auspicio che si possa concretizzare quell’idea consortile tra comuni, che porterebbe a una maggiore sinergia e collaborazione per affrontare l’emergenza randagismo con notevoli risparmi per gli enti". Antonio Iapichino


di Redazione | 16/11/2022

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2022 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it