We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - A scuola di emozioni


di LETIZIA GUAGLIARDI - “A scuola di emozioni“: questo è il corso di formazione che ho frequentato dall’8 all’11 ottobre presso “La Catasta Campotenese” a Morano Calabro, nel Parco Nazionale del Pollino. L’obiettivo principale dell’attività formativa organizzata dal Liceo Scientifico “Pitagora” di Rende è stato quello di stimolare noi corsisti (30 docenti di 20 istituti diversi) verso le metodologie didattiche innovative rispondenti al modello CBL (Challenge Based Learning – Apprendimento basato su sfide) da replicare nelle didattica in classe. Tutti noi docenti partecipanti siamo stati coinvolti in attività di ricerca-azione per consolidare e rendere più efficace il processo di cambiamento della didattica nella scuola italiana. Il percorso formativo, di carattere laboratoriale, con output finale, ha avuto come tematica “La didattica emotiva“. Nelle quattro giornate di formazione siamo stati accompagnati nella progettazione di azioni didattiche mirate alla valorizzazione dell’empatia e del pensiero critico e creativo degli studenti, alla gestione dello stress e delle loro fragilità emotive.

Io e le mie colleghe del team 5 durante una delle sfide. Tutte le attività si sono svolte senza il supporto di dispositivi tecnologici per valorizzare i rapporti interpersonali e promuovere la ripresa della formazione faccia a faccia. Naturalmente non ci sono state solo ore in aula: la formazione si è svolta anche in mezzo alla natura, la principale fonte di emozioni. Due le escursioni: nel borgo di Civita e nell’Ecomuseo del Pollino “Sandro Bernardone” di Rotonda (PZ).

Ringrazio la Natura: passeggiando, respirando e ammirando tutto ciò che lei offre a me e alle colleghe sono venute le idee per la sfida finale:

“Il ds vi ha convocato per una sfida particolarmente importante: si è reso conto della necessità di dedicare del tempo alla felicità. Vi è quindi richiesto di progettare l’ora della felicità. sarà 1 ora alla settimana dedicata a sviluppare questo tema. Cosa farete in quell’ora? in quale luogo? In quale modalità?“

E così io e il mio team ci siamo messe all’opera: brain storming, discussioni, risate, tante idee, molte strampalate, alcune buone, altre originali. E poi.

E poi abbiamo presentato i nostri progetti. Sei gruppi sei progetti.

E il nostro ha vinto!

È stata un’esperienza coinvolgente, creativa e utile. Brave – come sempre – le organizzatrici: Gemma PucciSabina Barresi e Lucia Sibiano. Competenti i formatori: Andrea GeremiccaAlessandro Lucente e Luca Tiraboschi. Quando corpo e mente si incontrano si provano emozioni, quelle forti, quelle che ti coinvolgono, ti fanno apprezzare ciò che ti sta intorno, ti fanno apprendere cose nuove e utili. È successo in questo corso, può succedere a scuola, se lo vogliamo. Grazie di cuore alla Dirigente del “Pitagora” Alisia Arturi perché crede fermamente nel cambiamento della scuola italiana.

E – naturalmente – ci credo anch’io.


di Letizia Guagliardi | 19/10/2022

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno studio sociologia Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2022 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it