We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Mandatoriccio (Cosenza) - "Rallegratevi, perché i vostri nomi sono scritti nei cieli"


di DON MICHELE ROMANO - Nel brano odierno del Vangelo (Lc 10, 17-24), vediamo che i 72 discepoli tornano dalla loro missione, e carichi di euforia esclamano: "Signore, anche i demòni si sottomettono a noi nel tuo nome" (v 17). Anche Gesù gioisce per i suoi: "Vedevo Satana cadere dal cielo come una folgore: (v 18), ma anche per ciascuno di noi, quando capiamo di essere chiamati a rendere testimonianza, pur nella semplicità della nostra vita, mettendo i nostri Talenti al servizio del Regno, perché ciascuno di noi è la vera, grande gioia di Dio. Il Signore vede che la sua parola comincia a smuovere i cuori, è fiero di noi, e attraverso la povertà delle nostre parole, con l'efficacia dello Santo Spirito, tutto si trasforma in Annuncio. In tal modo sta nascendo la Chiesa, la comunità di coloro che, trasformati dalla parola di Dio, vivono momenti di comunione, di speranza, in cui i "serpenti della divisione, e gli "scorpioni" dell'egoismo, vengono sconfitti dalla nuova fraternità. Ma la gioia più grande, tuttavia, deriva dal fatto di scoprire di essere, da sempre, conosciuti e amati da Dio:
"Rallegratevi piuttosto,  perché i vostri nomi sono scritti nei cieli" (v 20b). Quante volte, nella vita, sperimentiamo l'angoscia di sentirci "dimenticati", e non essere "amati". Sapere invece, che ognuno di noi, è prezioso agli occhi di Dio, e che il nostro nome è scritto sul palmo della sua mano, e nel suo stesso cuore, è la notizia più bella e consolante della Scrittura. Questo diventa, allora, il vero motivo per cui gioire: il giorno del nostro Battesimo, il Sacerdote, la prima domanda che rivolge ai Genitori è: "Che nome date al vostro bambino?"
È bello sapere che da quel giorno, facciamo parte dell'elenco in Cielo, di quell'elenco di persone, che costituiscono la famiglia di Dio: "Voi non siete più stranieri né ospiti, ma siete concittadini dei santi e familiari di Dio" (Ef 2, 19). Gesù, ancora commosso per quanto quel giorno è accaduto, alza gli occhi al cielo e ringrazia il Padre che, come sempre, si rivela agli ultimi e ai semplici: "Ti rendo lode Padre, Signore del Cielo e della Terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti, e l'hai rivelate ai piccoli" (v 21a). Questo "segreto d'Amore" di Dio, costituisce la nostra vera familiarità con Lui, racchiude la nostra gioia e la nostra futura beatitudine di discepoli. La raccomandazione finale, rivolta da Gesù ai discepoli: "Beati gli occhi che vedono ciò che voi vedete..." (v 23), ci rimanda allo sguardo del vero credente, abilitato a "vedere" Dio nella sua quotidianità, accoglierne i silenziosi passaggi, a individuarne le incidenze, là dove altri non vedono che banalità, e casualità senza senso. Sarebbe meglio sostituire al termine (Pagano) "coincidenza", la parola (Cristiana) "Dio- incidenza". Ma il Cristiano, prima di essere l'uomo della "visione", è l'uomo dell'"ascolto":
"Molti profeti..., avrebbero voluto ascoltare ciò che voi ascoltate, ma non lo ascoltarono" (v 24b). Se oggi i nostri occhi, non riescono a "vedere", è perché i nostri orecchi sono assordati da troppi rumori (E non solo materiali...!), troppe parole inutili ! Qualche volta anche la nostra Preghiera è un frettoloso snodarsi di parole di cui non abbiamo più consapevolezza, o diventa uno sciorinare una lista di richiesta al Signore. Forse è il caso di prendere una ferma decisione: troviamo il coraggio di "staccare la spina", e concederci uno spazio di riflessione, di silenzio, e di "ascolto". Questo ci disporrà ad accogliere la "beatitudine" di coloro che "vedono" ed "odono"! Una serena giornata.


di A cura della Parrocchia "San Giuseppe" Mandatoriccio Mare | 25/09/2022

Pubblicità

Mandatoriccio: "La Giustizia di Dio"

Cosenza, 25/09/2022
di A cura della Parrocchia "San Giuseppe" Mandatoriccio Mare

Al via le iscrizioni per le catechesi

Bocchigliero: Al via le iscrizioni per le catechesi

Cosenza, 25/09/2022
di Redazione

Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2024 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it