We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Mandatoriccio (Cosenza) - La Luce!


di DON MICHELE ROMANO - Oggi nel Vangelo (Lc 8, 16-18), Gesù ci parla degli "effetti"  dell'ascolto della Parola di Dio. "Attenti a come ascoltate..." (v  18a): La Luce si accende, grazie al suo quotidiano ed attento ascolto, illumina le profondità del nostro cuore, e porta "molto frutto", contagia le nostre scelte, cambia il nostro modo di essere, ci converte. Chi realmente accoglie la Parola, la trasmette agli altri, chi è luminoso, illumina. In quest'ottica, va intesa anche la missionarietà della Chiesa: È un compito naturale, come per la luce illuminare. Se non illumina, non è luce, se non evangelizza, non è la Chiesa di Cristo. La lampada, simboleggia il Vangelo, che non può essere tenuto nascosto, ma deve espandersi e illuminare il mondo: "Non può restare nascosta una città che sta sopra un monte, né si accende una lampada per metterla sotto il moggio..., così risplenda la vostra luce davanti agli uomini" (Mt 5, 14-16). Ognuno di noi, nel Battesimo, ha ricevuto una candela accesa, simbolo della Luce di Cristo, che dobbiamo sempre tenere in alto, come fiaccola della nostra fede, alimentandola con perseveranza, perché sia visibile a tanti che ancora vivono nelle tenebre! "Non c'è nulla di nascosto che non sia conosciuto e venga in piena luce" (v 17). Questa frase è un'allusione al mistero inesauribile di Cristo, ci sarà sempre una novità da cogliere, la conoscenza del Signore non sarà mai perfetta, esauriente, definitiva. Gesù un giorno disse: "Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso. Quando verrà lui, lo Spirito della verità, vi guiderà a tutta la verità, perché non parlerà da se stesso, ma dirà tutto ciò che avrà udito” (Gv 16, 12-13). Ma, d'altro canto, come ci insegna il Vangelo, il rifiuto della Parola di Dio, può produrre amare sorprese: "A chi non ha, sarà tolto anche ciò che crede di avere" (v 18b). Oggi, più che mai, siamo chiamati ad essere "Luce", testimoniale il Signore senza fanatismo, ma con fermezza e trasparenza evangelica, a metterlo sul lucerniere  per essere di riferimento per gli altri, con il nostro comportamento e le nostre parole. Una serena giornata.


di Parr. S. Giuseppe Mandatoriccio Mare | 19/09/2022

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2022 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it