We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Mandatoriccio (Cosenza) - Una Fede


di DON MICHELE ROMANO - Il brano del Vangelo di oggi (Mt 14, 22-36), ci fa chiaramente intendere, il clima di grande euforia, che si era venuta a creare tra gli Apostoli, dopo il miracolo della moltiplicazione dei Pani. Si sono trovati improvvisamente, al centro di una vicenda inaudita, e cominciano a ricoprirsi di facile gloria (Addirittura in Gv 6, 14-15 viene detto, che a Gesù, volevano farlo Re!). Di fronte a questa situazione, Gesù con un energico intervento ("Costrinse i discepoli..." v 1), fa imbarcare gli Apostoli, manda la gente a casa, e Lui sale sul monte (Luogo dell'incontro con Dio), a pregare (v 23). In questo testo di Matteo, possiamo cogliere un parallelo col Cantico di Mosè, dopo il passaggio del Mar Rosso (Detto anche dei Giunchi), in Es 15, 1-21: il mare che fa affondare (v 5), le onde che si innalzano (v 8 ), la mano tesa (v 12), il timore e il turbamento (v 14). Annotazioni, che ci inducono a leggere questo brano, come una "Teofanìa", rivolta alla Chiesa del Risorto, alla Comunità Cristiana tutta, che è perseguitata, ma che non deve temere, perché il Signore è sempre presente: il Dio Salvatore dell'Esodo, salverà nuovamente il suo Popolo. L'episodio di Pietro, e la sua possibilità di camminare sulle acque, dipende unicamente dalla parola del Signore: "Vieni" (v 29), e la sua forza sta tutta nella fede in Gesù. Ma se viene a mancare la fede ("Vedendo che il vento era forte, si impaurì, cominciando ad affondare"(v 30). Così, ogni discepolo, come Pietro, torna ad essere facile preda delle forze del Male (Rappresentate nella Bibbia dal mare, con le sue acque impetuose). L'episodio di Pietro, vuole essere una specie di Catechesi, sulla realtà di ogni discepolo, invitato ad affidarsi totalmente al suo Signore, soprattutto nelle situazioni che mettono in crisi la sua Fede: il vento rappresenta il momento della prova (Mt 7, 25. 27), e il mare, indica le forze del caos (Gb 7, 12)..., sulle quali Dio, esercita il suo potere (Sal 107, 25-30), sia nella Creazione (Gen 1, 7), sia nell'esperienza della Liberazione (Es 14, 15-31). Solo alla fine, quando la comunità dei discepoli, educata nella Fede, a saper superare ogni prova, sarà capace di fare la sua esplicita professione di Fede in Gesù: "Davvero tu sei Figlio di Dio" (v 33). Tema centrale, di questo brano evangelico, è, indubbiamente, la Fede. L'esperienza di Pietro, dimostra chiaramente, che non c'è stato in lui, una fase di avvedutezza, o calcolo razionale. Credere, è soprattutto osare. Chi sa osare, è sempre sorretto da Colui nel quale crede. La Fede, è soprattutto, obbedienza, che ci rende partecipi degli stessi poteri di Cristo. Il racconto, poi, mette in chiaro, che Gesù, circondato da tanta gente del luogo, che nella loro miseria fisica ("Gli portarono tutti i malati..." v 35), fanno affidamento su di Lui, e Lui manifesta tutta la sua compassione, facendosi carico della miseria umana ("E quanti Lo toccarono furono guariti" 
v 36b). "L'orlo del mantello", menzionato nel v 36a: "E lo pregavano di poter toccare almeno il lembo del suo mantello", indicava la fedeltà ai Comandamenti (Nm 15, 37-39). Il profeta Zaccaria, aveva annunciato che, nei tempi messianici, dieci uomini (Rappresentanti di tutte le lingue del mondo, secondo la traduzione dei LXX), avrebbero afferrato un ebreo, per il lembo del mantello, dicendo: "Vogliamo venire con voi, perché abbiamo udito che Dio è con voi" (Zc 8, 23). Con questo, Matteo (Da buon Ebreo, esperto conoscitore dell'Antico Testamento), vuol farci intendere, che il Vangelo, non è la sola presentazione di una dottrina, ma è un Progetto di Salvezza, capace di liberare l'uomo, da ogni paura. Occorre tuttavia, una fede "adulta", che conduce ogni uomo, a fidarsi di Dio. Una serena giornata.


di Parr. S. Giuseppe Mandatoriccio Mare | 02/08/2022

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2022 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it