We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Acquappesa (Cosenza) - Punto nascita Riviera dei Cedri, partoriente scrive a Occhiuto


"Caro Presidente della Regione Calabria, perdoni la modalità poco formale con cui mi rivolgo a Lei, ma, ritenendola una persona molto vicina ai cittadini calabresi, desidero, anche in occasione di queste mie righe, sentirla così! Sono una donna, moglie, mamma di un bambino di quasi 5 anni e in attesa del secondogenito. Sono cresciuta fino agli studi universitari, nel ridente paese di Acquappesa sulla costa tirrenica cosentina. Per formazione continua e lavoro ho vissuto tra Cosenza prima e Bologna poi. Sono rientrata in Calabria, dopo anni in Emilia Romagna, con il forte desiderio di formare famiglia nella mia terra d’origine e investirvi le proprie competenze acquisite, nonostante tutto ciò che l’Emilia Romagna riesca a offrire in servizi e soprattutto sanità. A maggio 2017 ho partorito il mio primo figlio nell’ospedale di Cetraro, orgogliosa di metterlo al mondo nello stesso punto nascita dove anni or sono, venivo alla luce io. Qui, ho incontrato professionalità, serietà, dedizione, umanità, medici e personale sanitario e socio-sanitario che coniugano il sapere con il saper fare e il saper essere, connubi perfetti per fare sentire l’utenza e soprattutto le partorienti, spesso dopo mesi e mesi di serie problematiche, o difficoltà improvvise legate al parto, fiduciose e principalmente in buone mani e a casa propria. Oggi, nel 2022, la Riviera dei Cedri, da Tortora nord a Paola sud e con la presenza inoltre di diverse zone montane, non può vantare però, un punto nascita. Da considerare dunque, caro Presidente che ben 22 comuni vale a dire, Tortora, Praia a Mare, San Nicola Arcella, Scalea, Santa Maria del Cedro, Grisolia, Diamante, Belvedere Marittimo, Sangineto, Bonifati, Cetraro, Acquappesa, Guardia Piemontese, Fuscaldo e Paola per quanto riguarda la costa e, Orsomarso, Aieta, Santa Domenica Talao, Papasidero, Verbicaro, Buonvicino e Maierà dell’entroterra, non hanno l’opportunità di raggiungere un ospedale dove dare alla luce il proprio figlio se non pregare e sperare di arrivare in tempo a Cosenza, città dove già gravosa è la situazione per il ben noto afflusso di utenti. È necessario prendere altresì atto che, qualora in corso di gravidanza si presentasse una seria complicanza, magari in pieno inverno e con il valico della crocetta innevato, affrontare chilometri e chilometri senza incorrere in rischi sarebbe un vero miracolo. E allora Presidente Occhiuto, complimentandomi con Lei per l’arduo compito e brillante coraggio di voler gestire la sanità in Calabria, fiduciosa che assolverà a tale incarico con estrema serietà e riuscendo nel suo intento, riscattando i decenni di oscura sorte, mi dica, cosa occorre fare per riaprire il punto nascita di Cetraro, quale unico, purtroppo, lungo la Riviera dei Cedri? E non dimentichi Presidente che durante i mesi estivi tali comuni conoscono un incremento demografico altissimo che comprende naturalmente anche donne gravide o partorienti. Nel congedarmi, a gran voce Le dico: non ci faccia fuggire dalla Calabria perché non si ha neanche la possibilità di dare alla luce il frutto più pregiato al mondo! È forte il desiderio di restare in Calabria. Vogliamo crederci nella nostra terra e soprattutto credere che saranno proprio i nostri figli a ricostruirla. Non mi dilungo oltre perché conosce bene la situazione e non ha bisogno di ulteriori mie esternazioni, ma fra qualche mese e magari in agosto, termine della mia gravidanza, vorrei dal profondo del cuore poterle dire grazie Presidente Occhiuto per aver dato a me e a tutte, la gioia di partorire vicino casa. Certa di un suo gentile riscontro e ringraziandola anticipatamente per l’attenzione alla lettura di queste righe, Le porgo cordiali saluti e Le auguro un buon e proficuo lavoro". Marianna Andreoli


di Redazione | 30/07/2022

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2022 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it