We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Conclusa al Divin Cuore l'Estate ragazzi 2022


"...E vissero insieme, felici e contenti...". Don Umberto Pirillo, parroco della comunità parrocchiale “Divin Cuore” di Mirto, esordisce con questa frase, di solito tipica per la conclusione di una fiaba, per raccontare la grande avventura dell’Estate ragazzi 2022 vissuta nell’oratorio parrocchiale situato in Via Verdesca, una delle zone più alte della cittadina ionica, da cui si può ammirare un panorama mozzafiato, con il mare Jonio in bellavista. “La vita di ognuno – ha commentato don Pirillo - è preziosa perché è voluta e accompagnata da un Dio che ci ama.  Solo con gli occhi di Dio possiamo riconoscere la nostra bellezza e quella degli altri”. E ha spiegato che il racconto ha rielaborato alcune intuizioni contenute nel sogno fatto da San Giovanni Bosco all’età di nove anni e dall’invito contenuto nella Christus Vivit al n° 198 in cui compare la felice immagine di un arazzo per indicare come Dio intesse la trama della nostra vita. Da qui il titolo del grest dell’Estate ragazzi 2022: “InTesSì la Vita” (Tu, o Dio, intessi la mia vita e quella di tutti; in Te sì, o Signore, c’è vita, perché tu fai vivere tutto).  “La storia – ha raccontato don Umberto Pirillo - è stata ambientata a Tapestry Island, un’isola in cui ogni persona “possiede” un arazzo, che gli abitanti chiamano “disegno”, il quale si tesse costantemente sul grande muro nella piazza principale della città. Tutti sanno di avere il proprio disegno, ma nessuno sembra sapere che significato abbia, però credono che sia il Grande Sarto ad intesserli tutti.  Lì vivono Davide e Jonathan, due giovani che, provocati da alcuni loro coetanei, iniziano a farsi domande importanti e vitali. Per rispondere a tali domande inizieranno un viaggio che li porterà sulle altre isole del loro arcipelago ad incontrare personaggi alquanto originali. I primi incontri li lasciano insoddisfatti, ma, alla fine, inaspettatamente, trovano gli indizi giusti per le risposte che cercavano e ritornano alla loro isola in un modo del tutto nuovo”.  Antonio Iapichino
 


di Redazione | 09/07/2022

Pubblicità

Mandatoriccio: "Chiunque mi riconoscerà, lo riconoscerò"

Cosenza, 09/07/2022
di Parr. S. Giuseppe Mandatoriccio Mare

vendesi tavolo da disegno Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2022 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it