We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Mandatoriccio (Cosenza) - Il Corpus Domini


di DON MICHELE ROMANO - Dopo il Giovedì Santo, giorno della sua Istituzione, oggi, per il cuore di ogni Cristiano, è il giorno più solenne, perché abbiamo la possibilità di adorare il Corpus Christi", l'augusto Sacramento dell'Eucarestia, che, come ci dice San Tommaso: "Dobbiamo amare ed onorare senza alcun limite" ("Quantum potes, tantum aude...", "Osa tutto quanto ti sia possibile!" 
Il Creatore del cielo e della terra, oggi si nasconde sotto le specie eucaristiche, e si offre a noi quale cibo delle nostre Anime. È il pane degli Angeli, partecipato agli uomini, affinché,  in questo alimento spirituale, possano trovare la forza di affrontare il cammino sulla terra, incamminati verso il cielo. Per quanto ci sarà possibile, ricambiamo questo Amore al Signore Gesù, con purezza ed umiltà: Innanzitutto con la purezza della nostra Anima, che deve essere sempre in grazia, per riceverLo degnamente; poi con umiltà, anche nel modo di vestire consono in Chiesa, quale segno di amore e di rispetto a Lui. Oggi, festa del Corpo e del Sangue del Signore  tutta la Liturgia della Parola, ci accompagna e ci rimanda ai suoi "preludi" veterotestamentari: La Manna, Pane che ha sfamato Israele nel deserto; il Pastore che guida e nutre il suo popolo; ma il testo che sicuramente, ha influenzato il racconto della moltiplicazione, ed è servito da modello letterario, è il miracolo del pane, compiuto da Eliseo per 100 persone (2 Re 4, 42-44). Oggi, abbiamo, nella prima lettura, la comparsa del Sacerdote Melchìsedek, che offre pane e vino, più una larga benedizione ad Abramo, che a sua volta, gli offre la decima di tutto. Sarà, poi, la lettera agli Ebrei (Al capitolo 7), che ne svilupperà l'applicazione al Sacerdozio di Cristo. Luca, oggi nel Vangelo (Lc 9, 11-17), mette in relazione la moltiplicazione dei cinque pani e due pesci, al sacrificio eucaristico, in cui si consacra il pane per soddisfare la nostra fame spirituale di Gesù. Importante l'interrogativo che Lui, oggi, pone agli Apostoli: "Voi stessi date loro da mangiare" (v 13a). Alla nostra incapacità, di procurare il vero cibo spirituale per le Anime, interviene e "scende" Lui stesso, anche oggi, su ogni Altare del mondo, servendosi della persona di ogni Sacerdote, che in suo nome, ripete le stesse parole ("Ipsissima Verba Dei"!), pronunciate da Gesù, nell'Ultima Cena, realizzando così, il miracolo della "transustanzazione": "Prendete e mangiatene tutti, questo è il mio corpo..., Prendete e bevetene tutti, questo è il calice del mio sangue..., Fate questo in memoria di me" (Mt 26, 26- 28 ). Ogni volta che abbiamo la gioia di partecipare alla S. Messa, dovremmo fare uno sforzo di fede e di intelligenza: vedere nel Sacerdote celebrante, pur con tutti i suoi limiti e fragilità umane, la persona stessa di Gesù, che lì è presente, vivo ed operante, per la salvezza di tutti gli uomini. Anche le stesse manifestazioni di oggi, come la Processione che segue alla S.Messa, che, tuttavia, rimane sempre la più importante dell'Anno), Processione, che si organizza in ogni Parrocchia, in onore di Gesù, presente nell'Eucaristia, acquistino il significato del nostro "grazie" a Lui, devoto e riconoscente. La finale del brano,  ci dice che dopo la Benedizione (Caratterizzata dai cinque verbi presenti nel testo, prefigurazione dell'Estituzione dell'Eucaristia, dopo la moltiplicazione e la distribuzione, avanzarono 12 ceste di pezzi o frammenti di pane. Il numero è simbolico, il numero 12 indica la totalità: 12 erano i figli di Giacobbe, a capo, successivamente, delle 12 tribù di Israele, 12 gli Apostoli. Anche noi, entreremo in questa "totalità, se sapremo partecipare ai "gruppi di 50", che "insieme", (In Sinodalità), mangiano dell'Eucarestia, non più in modo intimistico o individualistico, ma in modo comunitaria, Chiesa in cammino, che partecipa e si nutre di Gesù Eucaristia. Buona solennità del "Corpus Domini". 


di Parr. S. Giuseppe Mandatoriccio Mare | 19/06/2022

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2022 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it