We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Mandatoriccio (Cosenza) - Accumulate tesori nel Cielo!


di DON MICHELE ROMANO - Gli ammonimenti che ci vengono dal brano del Vangelo di oggi (Mt 6,19-23), riflettono le vicende umane, che si ripetono nella storia del mondo, dove le ambizioni delle "antiche tentazioni": del potere, della ricchezza, e del successo, pervertono sempre l'animo umano, spingendolo ad esecranti comportamenti. Ancora una volta Gesù, ci mette in guardia, dal pericolo delle ricchezze, beni effimeri, che possono essere rubati da un momento all'altro, e che non costituiscono la vera felicità dell'uomo, che, sappiamo, risiede altrove: nell'umile obbedienza alla volontà del Signore. Certo, su questa Terra, il denaro è un mezzo per vivere, uno strumento necessario, guai però ad "Idolatrarlo", rendendo la nostra vita una corsa all'accaparramento e all'accumulo:  "Non si può servire Dio e la ricchezza" (Mt 6, 24b). Niente ci porteremo con noi, nell'aldilà! Simpatico l'intervento di Papa Francesco, quando un giorno, ebbe a dire, a tal proposito: "Ma avete mai visto un carro funebre avanti, e un altro camion dietro, con tutte le ricchezze della persona defunta? Ecco il motivo per cui Gesù, ci invita a procurarsi quei "tesori di grazia", che nessuno potrà mai rubarci, perché ci ricorda: "Dov'è il tuo tesoro, sarà anche il tuo cuore" (v 21). Ma quì occorre che nel nostro cuore, ci sia tanta sincerità e rettitudine. È dal cuore, infatti, che escono fuori tutti i nostri cattivi pensieri, e le indegne intenzioni, che remano contro la verità, anche se molte volte sono ben racchiuse in un manto di perbenismo: "La Verità, vi renderà liberi" (Gv 8, 32b). Il Signore ci liberi da tanta falsità, e ci dia la forza di essere sempre "sinceri" ("Sine-cera", senza trucco, veri!):  "Sia invece il vostro parlare: "Sì sì", "No, no" (Mt 5,37). Altra raccomandazione di Gesù, riguarda l'occhio: "La Lucerna del corpo, è l'occhio" (v 22). San Tommaso spiega, che questo si riferisce all'intenzione dell'uomo: Se l'intenzione è chiara, retta, orientata a Dio, ogni nostra azione è lucente, splendente; ma quando l'intenzione non è retta: Vuoi per malizia, per malvagità, o per mancanza di buon senso, quasi fossimo sulla terra solo per accumulare ricchezze, comprare, possedere, ecc., allora grande è l'oscurità (v 23). Questo vuol dire, che abbiamo dimenticato che in questo mondo, siamo solo di passaggio, che la nostra vita:"È come ombra che passa" (Sap 2,5a), che la nostra vera luce è Cristo (Mt 4,16). Lasciamoci, pertanto, illuminare dalla Sua luce, perché è il modo migliore per condurre una vita sana ed equilibrata: è giusto occuparci del nostro corpo ("Dio non gode della morte del malvagio, ma che il malvagio si converta dalla sua malvagità e viva" (Ez 33,11); ma c'è anche da chiedersi: Quanto investiamo nella nostra Anima? Ogni minuto che dedichiamo alla nostra interiorità, al silenzio, all'ascolto della Parola, alla meditazione, e alla preghiera..., è sicuramente, un "investimento" nella "Banca di Dio", il tesoro inestimabile del suo Regno! Una serena giornata.


di Parr. S. Giuseppe Mandatoriccio Mare | 17/06/2022

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2022 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it