We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cosenza (Cosenza) - Presentato il progetto dell’Amministrazione comunale per contrastare i fenomeni di segregazione scolastica


Presentato in commissione pubblica istruzione, presieduta da Chiara Penna ed a cui ha partecipato il consigliere delegato alla Cultura, Antonietta Cozza, il progetto “Vicini a scuola”, per il quale il Comune di Cosenza con apposita delibera di Giunta ha aderito alla rete di partenariato pubblico/privato partecipando al bando “Vicini di Scuola” pubblicato dall’impresa sociale “Con i Bambini”.

“Il progetto – ha affermato il Presidente Penna –, è fortemente voluto e promosso dal consigliere Cozza, che ringrazio per la sua presenza in questa commissione. Tra i punti qualificanti del programma del sindaco, Franz Caruso, occupano un posto di primo piano, infatti, le politiche di inclusione, soprattutto nella formazione dei giovani, che devono avere, tutti,  le stesse possibilità di acquisire competenze e conoscenze  utili a formare donne e uomini liberi e consapevoli. In questa ottica il progetto riveste una importanza strategica anche perché propone una stretta collaborazione tra e con istituti ed associazioni di volontariato del settore”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il consigliere Antonietta Cozza che ha illustrato i particolari della proposta progettuale, volta a contrastare i fenomeni di segregazione scolastica, che si sono acuiti a seguito della pandemia da Covid-19, promuovendo interventi che consentiranno di garantire una formazione di qualità anche in contesti complessi.  Destinato alla fascia di età  compresa tra i 6 ed i 13 anni, il progetto si realizzerà in un arco temporale di 36 mesi realizzando una rete di partenariato  di cui è capofila  A.I.A.S. onlus e di cui fanno parte Frequenze&Armonici onlus, Cultura in Voce aps, Artesania aps, Omnia Culturae aps, Agorà aps,  e diversi  istituti scolastici del territorio, tra cui  l’IC Fausto Gullo di Cosenza.  Il consigliere Cozza ha anche tenuto a precisare che tra i luoghi in cui si realizzeranno le attività sono inclusi il Teatro Rendano ed il Museo dei Brettii e degli Enotri. Sulla proposta progettuale è intervenuto il consigliere Giuseppe D’Ippolito, che ha plaudito all’iniziativa, ma ha chiesto un maggiore coinvolgimento in contesti formativi e culturali del Museo dei Brettii e degli Enotri. Una richiesta, quella del consigliere D’Ippolito, che ha dato l’occasione al consigliere Cozza di evidenziare come proprio il Museo dei Bretti e degli Enotri e  già fulcro dell’attività culturale proposta dall’amministrazione Caruso che, in poco più di sette mesi, sta rilanciando tutte le strutture museali e di Cultura della città, riaccendendo, finalmente, la luce sulla forte e radicata tradizione culturale che è propria della città di Cosenza e che per lunghi anni è stata smorzata.


di Redazione | 14/06/2022

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2022 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it