We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Mandatoriccio (Cosenza) - Ricevete lo Spirito Santo


di DON MICHELE ROMANO - Oggi celebriamo la Pentecoste (Dal greco: Pentecostè, 50°  giorno), e dopo questo tempo di 50 giorni, si compie il tempo della Pasqua, da domani, riprendiamo a vivere la quotidianità, del tempo Ordinario. Oggi Gesù, il Risorto, invia su Maria e gli Apostoli, riuniti nel Cenacolo, il dono dello Spirito Santo, il Paràclito (L'Advocàtus), che viene in aiuto alla nostra debolezza, per mezzo del quale gridiamo: "Abbà! Padre! Dio, fonte della vita, sin dalla Creazione dell'Uomo, ha rivelato la sua essenza, come "alito vivificante" (La Rùah Jahwè), che ci ha resi "a sua immagine e somiglianza". In tutta la storia della Salvezza, è presente il "soffio vivificante" dello Spirito. Nella pienezza dei tempi: Ha adombrato la Vergine di Nazareth, rendendola Madre del Redentore, salvaguardandone la Verginità; Sarà lo Spirito a rivelare ad Elisabetta, che colei che sta salutando, è "la Madre del Signore; È sempre lo Spirito, che illumina nel Tempio, il santo Simeone e la profetessa Anna; Parla ai Dottori, per bocca dell'ancora ragazzo Gesù; Alle acque del Giordano, rivela che il Battezzato, è il Figlio di Dio, l'Eletto; Quante volte da Gesù, viene annunciato e promesso agli Apostoli; Atteso ed invocato nel Cenacolo dagli 11, radunati in preghiera, con la Madre Santissima. Oggi, giorno di Pentecoste, scende sulla Chiesa nascente, per: illuminare, santificare, e fortificare (Gv 14, 15-16. 23-26). Scende, affinché, gli inviati di allora e di oggi, non si sentano soli, perché non abbiano a temere, pronti a superare le prove che li attendono, pronti a dare suprema testimonianza di fedeltà e amore, al loro Maestro, fino al dono della vita. Da quando lo Spirito è entrato nella Chiesa, i paurosi sono diventati araldi intrepidi del Vangelo. Da  pescatori di pesci, sono diventati pescatori di uomini, ed i fuggiaschi della Passione, ora gridano nelle piazze, e stanno cambiando il mondo. Purtroppo, oggi, registriamo un'inversione di tendenza. All'alito di vita di Dio, sta prendendo il sopravvento, lo spirito del mondo, quella insana presunzione, che ci fa credere, di poter fare a meno di Dio. Al suo Spirito, si vuole sostituire l'intelligenza e la superbia dell'uomo, e purtroppo, stiamo registrando le terrificanti conseguenze di questo grave peccato "contro lo Spirito Santo": il freddo e il buio stanno calando sul mondo! Che tristezza! Ma in questa celebrazione di Pentecoste, torniamo a spalancare le porte del nostro cuore, alla terza Persona della Santissima Trinità, che ci aiuti a recuperare la "maturità", nella vita di fede, e ci aiuti a coltivare con Lui, una relazione sempre più consapevole e personale. 
Il dono della "glossolalìa" (Dal greco "glossa", lingua, e "Lalèo", parlare), ovvero parlare altre lingue, ha dato corso ad un "dialogo nuovo". La Pentecoste, diventa così il recupero ed il riscatto di Babèle. Siamo passati da un dialogo "appiattito": "Tutti erano Uniti da una stessa lingua" (Gen 11, 6a) e Dio, a causa del loro Peccato, "confuse le loro lingue", e non si capirono più l'un l'altro" (Gen 11, 7). Oggi, col dono dello Spirito, siamo passati ad un dialogo nuovo, arricchente, fatto da persone diverse, appartenenti a culture diverse  (Menzionate negli Atti, ben 17 nazionalità, a dire: il mondo allora conosciuto...!), e ciononostante, la comprensione dell'unica lingua, quella della Fede, dell'Annuncio del Risorto, viene resa comprensibile a tutti i presenti. Un mondo, dove il fuoco dello Spirito Santo, unifica e crea un dialogo nuovo, dove è possibile comprendersi. oggi, preghiamo il Signore: occorre una nuova Pentecoste, nella Chiesa e nel mondo, per cambiare mentalità e stile di vita. Buona Pentecoste.


di Parr. S. Giuseppe Mandatoriccio Mare | 05/06/2022

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2022 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it