We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Mandatoriccio (Cosenza) - Molti posti!


di DON MICHELE ROMANO - Sappiamo bene, come i tempi che stiamo vivendo, siano caratterizzati da agitazione, nervosismo, e stress. Tuttavia, la nostra debolezza, non deve turbarci. Anche se il demonio, principe delle tenebre, fa sempre la sua parte: "Come leone ruggente, va in giro cercando chi divorare" (1Pt 5, 8), seminando nelle nostre anime, tanti dubbi e scetticismo, che fanno appassire ogni germe di speranza, impadronendosi anche di tanti, che hanno smarrito il cammino, cedento ad ogni genere di violenze: Guerra, aborto, eutanasia, famiglie distrutte, gioventù disorientata, ecc., ma tutto questo  rappresenta, solo la grande bugia, sulla quale oggi, la nostra società, cosiddetta "moderna", fonda il suo fantomatico progresso. Pure in mezzo a tutto questo, ecco ergersi la tenerezza di Gesù, Principe della Pace, che sussurra ad ogni cuore: "Non sia turbato il vostro cuore. Abbiate fede in Dio e abbiate fede anche in me", parole incoraggianti, che aiutano a superare il turbamento e le divergenze, che probabilmente c'erano tra le varie comunità; È lui stesso che ci prepara un "posto", nella casa del Padre (v 2), quasi ad accarezzare un "sogno", quello di tenerci tutti  sempre vicini a sé: "Perché dove sono io siate anche voi" ( 3b). A noi però, oggi, non è concesso il dubbio di Tommaso (v 5), noi conosciamo il cammino: "Io sono la Via..., nessuno viene al Padre, se non per mezzo di me" (v 6). Che bello, e consolante,
sapere che in Cielo, ci aspetta un "posto", preparatoci da quel Dio, che ci conosce per nome, uno per uno, un posto che tuttavia, resterà vuoto per sempre, se non saremo noi ad occuparlo.  È il "Paradiso": Lo Stato di Beatitudine, è essere con il Cristo Glorioso, che sulla terra si è sempre programmato nostra: "Via, Verità e Vita, a indicare le sue tre funzioni specifiche di: Mediatore, Rivelatore, e Salvatore. La nostra vita diventa così, un cammino di pienezza, verso la totalità del Regno di Dio. Avere fede, significa, dunque, credere che per ciascuno di noi, esiste un eternità (Non fantasia, ma modo di essere e vivere, per sempre,  nella gioia), dopo questo pellegrinaggio terreno. Questa "Eternità", è già iniziata alla nostra nascita, e la morte, altro non sarà, che un'evoluzione verso la pienezza e felicità di vita. Solo Gesù, risposta ai reali bisogni, ed alle attese di ogni uomo, Lui è la strada che ci conduce alla Verità, perchè la Verità, è Lui stesso. Ma chiediamoci: Nella nostra
vita di Cristiani, è davvero Lui la Via, è davvero Lui colui che seguiamo, a cui ci rivolgiamo? È una pagina di Vangelo, questa di oggi (GV 14,1,6) che ci invita ad approfondire la nostra fede, a prendere sul serio, quanto il Signore ci dice. Solo così, potremmo arrivare alla Pianezza della gioia di Pasqua, certi che solo Gesù può condurre l'uomo a Dio. E allora, amici, ascoltiamo e seguiamo il nostro Maestro Gesù, se vogliamo, un giorno, incontrare il Padre. Buon tempo Pasquale.


di Parr. S. Giuseppe Mandatoriccio Mare | 13/05/2022

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2022 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it