We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Mandatoriccio (Cosenza) - Gregge disperso


di DON MICHELE ROMANO - La pagina del Vangelo di oggi (Mc 6, 34-44), è la conferma che, quando si fa una cosa con amore, è facile che il tempo passi molto in fretta, senza che ce ne accorgiamo. È capitato anche a Gesù, i Discepoli glielo ricordano, e dal momento che si era fatto tardi, si preoccupano di come poter dare da mangiare a una folla così grande (Se vengono menzionati cinquemila uomini, siamo, verosimilmente, autorizzati a pensare, che almeno al doppio, ci fossero donne e bambini). Gesù, allora, cambia immediatamente il suo programma, perché non vuole solo dare l'alimento spirituale, con i suoi insegnamenti (Che pure rimane prioritario), ma si preoccupa di soddisfare anche la fame corporale. Che bello leggere nel Testo :"Vide una grande folla, ed ebbe compassione di loro, perché erano come pecore senza pastore (Mc 6,34). Gesù non è indifferente alle nostre necessità, prova compassione (Sa patire con noi), ci manifesta tutta la tenerezza di Dio, condividendo la nostra sofferenza. Ed ecco che fa ai Discepoli, una proposta incredibile :"Voi stessi date loro da mangiare (Mc 6,37a). E quì i discepoli vanno nel panico.  Pongono, a Gesù, delle reali difficoltà (Quì occorre tanto denaro, per sfamare tanta gente...Mc 6, 37b), ma molto più grave, è che dimostrano anche la loro "poca fede", ignorano che Colui che parla loro, è l'Onnipotente. In questo modo, Gesù ha voluto solo saggiare la loro fede, sapeva bene quale miracolo stava per compiere. Dio, spesso, chiede anche la nostra collaborazione, se noi non mettiamo a disposizione il nostro "poco" (Vedi i cinque Pani e i due Pesci),  blocchiamo il suo "molto", se non collaboriamo con i nostri "spiccioli", finiamo col bloccare i suoi "miliardi"! A questo punto Gesù, prende questi elementi, i 5 pani e i 2 pesci, invoca su di essi la Benedizione di Dio e li distribuisce,  perché tutti si sfamino. È vero, sarà un pasto povero, scarso, ma alimenterà migliaia di persone e ne avanzeranno "dodici" ceste, il numero della "pienezza biblica". Anche le cifre riportate in questa prima moltiplicazione dei Pani, secondo Marco, sembrano avere anche un significato simbolico : I 5 pani moltiplicati, ricordano i cinque Libri della Legge, di cui Gesù era Maestro ; le 12 Ceste avanzate, appaiono come una destinazione (Primaria) del Pane, alle 12 Tribù di Israele; la distribuzione per "Gruppi", certamente riguarda soltanto il popolo eletto, nell'ordine operato da Mosè nel deserto (Es 18,  24-26 ; Dt 1,15). Questa particolarità ci dice che Gesù, in questa prima moltiplicazione dei Pani, prefigurazione dell'Eucaristia, ha voluto destinare l'Evento, prima ai Giudei, come compimento delle promesse dell'Antico Testamento. Marco ce ne darà la conferma, nell'incontro di Gesù, con la donna siro- fenicia :"Lascia che prima si sfamano i figli"(Mc 7,27). Questo miracolo, anche per noi, oggi, è prefigurazione dell'Eucarestia, il Pane della Vita, dato gratuitamente a tutti i popoli della terra, quale alimento spirituale, per la vita eterna. È curioso ritornare sull'indicazione che Gesù dà agli apostoli :"Fateli sedere a gruppi di 100 e di 50 (Mc 6,39-40). Gesù non ordina di disporre una fila ordinata (Come, forse, ci comportiamo noi, quando facciamo la "distribuzione Caritas", nelle nostre Parrocchie), ma fa sedere la gente in "Gruppi". Non solo è un modo per farli riposare, ma è un modo soprattutto, come condividere comunitariamente quel pasto. Solo Gesù, può sfamare la "Fame integrale" di ogni uomo. L'Eucaristia, mensa della Parola e del Pane di vita, diventa per tutti noi, "impegno fattivo", a servire i nostri fratelli, in tutte le loro necessità. Se è vero che l'uomo è ciò che mangia, noi cristiani vogliamo seguire Gesù, che ha detto: "Chi mangia di me, vivrà per me (Gv 6, 57). A tutti, una serena giornata.


di Parr. S. Giuseppe Mandatoriccio Mare | 08/01/2022

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2022 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it