We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Mandatoriccio (Cosenza) - Coerenza


di DON MICHELE ROMANO - La parabola che Gesù oggi, ci presenta nel Vangelo (Mt 21, 28-32), è quantomai eloquente. Ci invita a essere sempre "coerenti" nella nostra vita . Non contano tanto le parole, ma i fatti . Quante volte (Me compreso!), ci troviamo :"a caricare sulle spalle degli altri, pesi insopportabili, e quei pesi, noi,  non li tocchiamo neanche con un dito... Guai a voi"(Lc11,46). Quante volte ci capita di "predicare bene" (Mea Culpa !), e poi razzoliamo male. Il Signore categoricamente afferma :"Non chiunque mi dice : Signore, Signore, entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei cieli (Mt 7,21). E quanto ci ha anche insegnato nel Padre Nostro :" Sia fatta la tua volontà" ; nondimeno sarà il Suo affidamento al Padre, nel Getsemani :"Non la mia, ma la tua Volontà sia fatta (Lc 22,42).
 Fare la volontà di Dio, anche quanto ci costa tanto, sarà non solo il motivo principale della nostra preghiera, ma anche la via per la nostra salvezza . Molte volte, non è sufficiente il solo "ascoltare" la Parola di Dio :" Non siate soltanto ascoltatori smemorati...( Gc 1,25b) . Lui esige anche la nostra obbedienza ("Ob-audire = Ascoltare con grande attenzione"), a questa Parola . Non possiamo rimanere "Sordi" di fronte al suo invito :"Figlio, và oggi a lavorare nella vigna ( Mt 21, 28b). Nella Bibbia si parla sempre di Israele, come "Vigna del Signore". Oggi siamo noi il "nuovo Israele", il nuovo Popolo di Dio, chiamato a lavorare nella sua "nuova Vigna", che è la Chiesa . Di fronte  al rifiuto dei suoi interlocutori, trincerati dietro una corazza di ipocrisia impenetrabile, è sorprendente trovare, quali esecutori della volontà del Padre, due, tra le categorie più disprezzate e socialmente emarginate  (Allora, come del resto, anche oggi) : le Prostitute e i Pubblicani ! Quante volte anche noi, come il Figlio "svogliato" della parabola, opponiamo resistenza, se non "rifiuto", alla volontà del Padre . Ma l'augurio è che, insoddisfatti di questo nostro comportamento, possiamo "pentirci", e riprendere a lavorare nella Vigna del Signore, disposti a cambiare le nostre scelte di vita, per far parte un giorno di quel Regno "diverso", che Gesù è venuto ad inaugurare col suo santo Natale! Buona giornata.


di Parr. S. Giuseppe Mandatoriccio Mare | 14/12/2021

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2022 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it