We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Mandatoriccio (Cosenza) - Testimoni della gioia


di DON MICHELE ROMANO - Siamo così giunti alla III Domenica di Avvento, detta anche:"Gaudete"(Della Gioia), che ci invita a riscoprire il mistero del Santo Natale, ormai alle porte, come : Festa, Condivisione e Speranza, perché Dio viene a realizzare ogni nostra attesa, condividendone povertà e sofferenza . Introducendoci nella gioia del Natale, accogliamo Il mistero dell' Emanuele ,"Il Dio con noi", ma anche "Il Dio per noi", che ci chiama ad imitarlo nell'amore, aiutando ed  amando le tante persone a noi "prossime", che si trovano a vivere momenti di particolare difficoltà . Solo così sapremo  ripristinare nella nostra vita le tre piste che nel Vangelo di oggi (Lc 3,10-18),il Battista indica alla folla, a partire dalla domanda iniziale :"Che cosa dobbiamo fare ?" La prima pista (Comportamentale), che riguarda la folla (E cioè, tutti noi),  è quella dell'Amore :"Chi ha due tuniche, ne dia una a chi non ne ha, chi ha da mangiare, faccia altrettanto (Lc 3,11) ; la seconda pista, rivolta ai Pubblicani, riguarda "la Giustizia" :"Non esigete nulla di più, di quanto vi è stato fissato (Lc 3,13) ; la terza pista, rivolta ai Soldati, riguarda "la Non Violenza" :"Non maltrattate e non estorcete nulla a nessuno" (Lc 3,14 b) . Amore, Giustizia e Non Violenza, dovrebbero essere i colori della "Bandiera" del cristiano ! Gesù, continua ancora Giovanni Battista,vi battezzerà non solo con l'acqua (Come faccio io, perché  il mio è solo un Battesimo di preparazione),  ma col "Fuoco",  un Fuoco per "purificare"(Così leggiamo in Ml  3,2-3), usato dai maestri "Fonditori", esperti nel separare l'oro dalla sabbia . 
Sì, perché Gesù, accendendo questo "Fuoco" sulla terra, ci vuole far capire, che non tollera le mezze misure, i compromessi : "O con me, o contro di me ..., i tiepidi, li vomito ( Ap 3,14-20) ; scegliete :"O Dio, o Mammona " (Mt 6, 24) .
Col suo "Fuoco", vuole aprire un varco, nel gelo dell'indifferenza di tanti, che "mascherandosi" da cristiani,  inseguono solo le "logiche del mondo" : corsa frenetica al guadagno, sete di potere e di protagonismo... che con il loro orgoglio ed autosufficienza, mostrano di essere ancora tanto lontani dal Regno di Dio .
Lo stesso dicasi per l'altra immagine biblica, di taglio agricolo, che il Battista ci propone : Gesù è come quel contadino che sull'aia, col suo ventilabro, separa la pula dal grano... e che il vento disperde . Ecco perché la parola di Dio di questa Domenica è attraversata, non dalla paura, ma dalla gioia e dalla speranza :" Rallegrati figlia di Sion, grida di gioia Israele (Sof 3,14), lo stesso dirà San Paolo :" Siate sempre lieti nel Signore, ve lo ripeto, siate lieti ( Fil 4, 4). Siamo chiamati ad essere "Specchio" della gioia di Dio, in un mondo spesso Cupo per la tristezza . Noi cristiani dobbiamo annunciare la "Buona notizia" del Vangelo, testimoni della gioia del Risorto. Perciò auguro a tutti un "Gioioso" cammino verso il Santo Natale .


di Parr. S. Giuseppe Mandatoriccio Mare | 12/12/2021

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2022 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it