We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cosenza (Cosenza) - Cooperare per ben orientare


di KATIA FILICE e DESIRÉ CHIRICO - "Cooperare per ben orientare", questo il tema del XIX seminario di orientamento provinciale del Cosp di Cosenza, un argomento che ha suscitato l’interesse dei numerosi docenti e dirigenti intervenuti. A relazionare la prof.ssa Iolanda Cerrone, vice presidente di Confcooperative Calabria che ha ben spiegato cosa s’intende per cooperazione: relativamente all’orientamento scolastico, cooperare significa lavorare insieme, genitori, insegnanti e allievi, così da ottenere una formazione matura e responsabile. Il ragazzo deve sentirsi amato e apprezzato e sempre più capace di prendere in mano la propria vita e farne davvero un capolavoro. E’ stato interessante allora entrare nel mondo delle cooperative così da far conoscere i meccanismi di un mondo poco considerato ma pieno di possibilità e d’insegnamenti. E’ necessario che i ragazzi conoscano tutte le sfaccettature della realtà sociale ed economica in cui vivono, è quella delle cooperative, sicuramente è affascinante ed ha una sua connotazione precisa. Fare cooperativa significa perseguire gli stessi interessi, impegnarsi, sacrificarsi, sentirsi tutti parte di un unico mondo. I ruoli ci sono ma poco contano se c’è qualcosa d’importante da fare: chi può fa. Significa fare bilanci, scegliere cosa prendere in considerazione, sferrare un piano d’attacco. Il numero di giovanissimi che anche dopo aver conseguito, una laurea decide di muoversi in tale direzione non è poi cosi basso. L’idea di creare un team di lavoro (già un numero minimo di 3 persone può essere considerato cooperativa) con gli stessi interessi e gli stessi fini, diventa una carta vincente e piena di speranza. Che dire allora a questi giovani che vogliono realizzare il proprio sogno? Quando si lavora insieme per il bene della cooperativa di cui si fa parte, bisogna essere onesti, mostrare i propri lati negativi e positivi, capire che è necessario avere tanta buona volontà. Quando qualcosa va storto spesso, ci si sente incapaci, inadeguati ma anche in questo chi fa cooperativa è avvantaggiato: l’errore non è mai di una sola persona ma dell’intera realtà e, quando errore si compie, c’è un’intera “famiglia lavorativa” pronta ad aiutare e rimediare. Cooperare? Sì, grazie!    


di KATIA FILICE e DESIRÈ CHIRICO | 03/12/2021

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno studio sociologia Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2022 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it