We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Fase 2, le nuove disposizioni comunali


Ecco le nuove prescrizioni comunali di Crosia in occasione della cosiddetta “Fase 2”. Possiamo dire che diminuiscono le restrizioni per quanto attiene gli orari di apertura delle attività commerciali consentite dal Dpcm dello scorso 26 aprile. Rimane l’obbligo di indossare sempre guanti monouso e mascherine per tutte le attività esterne alle mura domestiche. Resteranno ancora chiusi, fino a quando i dati epidemiologici non saranno ancora più confortanti, la promenade, il palmeto e il parco di Centofontane. Riapre, invece, nei giorni feriali il cimitero cittadino. Questo in sintesi quanto prevede l’ultima ordinanza a firma del sindaco, Antonio Russo, mirata a garantire maggiore tutela e sicurezza ai cittadini, pur consentendo la graduale fase di ripartenza prevista dalle direttive del governo centrale. Per quanto riguarda l’area del lungomare Centofontane c’è da sottolineare che  promenade, parco e palmeto rimarranno ancora inibite all’accesso pedonale e veicolare, almeno per un’altra settimana e comunque le aree non saranno riaperte fino a quando non arriveranno rassicurazioni maggiori sull’andamento epidemiologico sul contagio da Covid-19. Così come restano chiuse ancora le villette e le aree verdi cittadine. Per il momento l’accesso alle aree all’aperto rimane inibito. Riapre, invece, il cimitero cittadino che sarà accessibile in tutti i giorni feriali dalle ore 7 alle ore 11 (nella sola giornata del 10 maggio – Festa della mamma – sarà aperto dalle 8 alle 12 e dalle 14 alle 18) ed è obbligatorio per tutti i visitatori indossare, anche in questo caso, mascherine e guanti monouso.  Rimane vietato ogni spostamento verso le abitazioni diverse da quelle principali, comprese le seconde case utilizzate per vacanze, salvo che per motivi di lavoro o di urgenti necessità. La nuova ordinanza, inoltre, consente l’apertura di supermercati, ipermercati, minimercati ed altri servizi di alimenti vari, nonché l’esercizio di tutte le attività produttive consentite dagli allegati n.1, 2 e 3 del Dpcm 26 aprile, negli orari di apertura vigenti nel periodo antecedente all’emergenza covid-19. Inoltre, è consentito a bar, pasticcerie, ristoranti, pizzerie, rosticcerie l’attività di asporto e consegna a domicilio di cibi e bevande, previa comunicazione all’ufficio Suap comunale e, ovviamente, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie previste per il confezionamento e il trasporto. Tutte le attività commerciali in esercizio dovranno rispettare le stringenti normative anti-contagio, di prevenzione e di sanificazione dei locali. Nel territorio comunale restano consentiti solo gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o di salute e gli spostamenti necessari per incontrare congiunti, purché vengano rispettate tutte le norme di distanziamento.


di Redazione | 09/05/2020

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2022 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it