We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Focus - Giovanni Forciniti, il medico/atleta si divide fra il lavoro e le maratone


Il maratoneta crosiota Giovanni Forciniti, medico, dai natali longobucchesi, ha partecipato alla  trentaquattresima Venice Marathon, classificandosi 49° nella su categoria SM 55, con il tempo 03:38:08.Una delle quattro maratone Gold italiane dalla connotazione internazionale per la larga partecipazione di stranieri tra i 5357 runners  giunti all'arrivo. Un percorso unico con partenza di fronte a Villa Pisani a Stra, lungo tutta la laguna e con passaggio sul ponte di barche, piazza S Marco, il Campanile, Palazzo ducale e arrivo sulla spettacolare Riva Sette martiri. Il dottore Forciniti ha sempre avuto la passione per la corsa, ma per impegni di lavoro, solo da decina di  anni sta trovando il tempo e la determinazione per iniziare un percorso di allenamento associato a dieta  e abitudini di vita salutari. Come neofita ha intrapreso un programma di allenamento costante via via sempre più impegnativo e quando ha raggiunto dei buoni risultati negli allenamenti si è iscritto come atleta all'Associazione sportiva Marathon Cosenza. Dunque, il sogno di potercela fare, lo ha sistematicamente accompagnato a percorrere  il litorale della Sibaritide e  le colline di Crosia e poi, sempre più veloce, sulle strade che salgono e scendono la valle del Trionto e, sempre più in alto, fino a Monte Altare di Longobucco. A un certo punto a compreso di aver cominciato nel migliore dei modi per affrontare la prima maratona: quella di Roma. A quella seguiranno quella di Firenze, Milano e da ultimo quella di Venezia con la quale ha concluso la quaterna delle maratone “gold” italiane, migliorando sempre di più i tempi della K42 in solo ore 03:38:08. Per il dottore – atleta l’attività sportiva coniuga salute, disciplina, autovalutazione del proprio corpo e della mente e la  corsa in particolare per ogni persona può diventare una sfida con se stesso e soprattutto può  essere un insegnamento: una testa e due gambe non temono età quando si vogliono conseguire degli obiettivi. Un cinquantenne che con il suo stile ci afferma che “chi  corre, inevitabilmente, ha l'occasione di guardare il futuro e quindi accetta la sfida dei propri limiti, affrontando sacrifici  con la consapevolezza che la competizione si può affrontare con entusiasmo e ferrea determinazione”. Perciò, consiglia a  tutti i giovani di praticare  sport con assiduità al posto dei telefonini, computer e tablet; per vivere la realtà attraverso il proprio corpo e  per migliorare la propria autostima e permettere di gestire correttamente la mente e le emozioni.
Scheda biografica: Laureato in medicina e chirurgia presso l’università degli studi di Bologna, successivamente ha seguito il corso di perfezionamento in medicina generale presso l'ospedale di Crotone.Successivamente ha conseguito presso l'Asp di Cosenza l'attestato di formazione per l'esercizio delle emergenze-urgenze (118). Dopo la laurea ha svolto in qualità  di ufficiale medico ,servizio presso la Scuola allievi Carabinieri di Campobasso, congedandosi con il grado di Capitano. Ha prestato servizio presso le strutture penitenziarie di Milano “S.Vittore" e Cosenza ed ha collaborato con il Tribunale di Rossano come consulente medico d'ufficio. Attualmente svolge l’attività di medico di medicina generale in Mirto Crosia e di medico di continuità assistenziale a Caloveto. Coniugato nel 1995 ,ha una figlia quindicenne. Antonio Iapichino


di Redazione | 13/12/2019

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno studio sociologia Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2023 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it