We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Ammodernamento della rete ferroviaria ionica, Bevacqua e Musmanno hanno incontrato i cittadini


Il palateatro comunale “Giacomo Carrisi” di Mirto ha ospitato un incontro pubblico con il presidente della Commissione Ambiente e Trasporti della Regione Calabria, Mimmo Bevacqua, e l’assessore regionale alle Infrastrutture, Roberto Musmanno. Un appuntamento, quello nella cittadina ionica, a cui hanno partecipato numerosi cittadini, anche dei centri viciniori, finalizzato a illustrare e discutere con le comunità e i territori interessati dell'accordo fra Regione Calabria e Rfi per l'avvio dell'ammodernamento della rete ferroviaria ionica. “I lavori”, ha chiarito Musmanno, “partiranno immediatamente e condurranno, in un triennio, al raggiungimento del rango C (velocità di 150 km/h), mediante 530 milioni per 280 Km, con sostituzione completa dei binari, eliminazione dei passaggi a livello nei punti più critici, eliminazione dei deviatoi, riqualificazione delle stazioni”. In altre parole, “L’accordo firmato con Rfi”, ha sottolineato Musmanno, “garantirà il rinnovo del materiale rotabile, sul quale la Regione ha appena posto 50 milioni aggiuntivi, nonché il monitoraggio costante (ogni 15 giorni) sullo stato di avanzamento dei lavori rispetto al rigido e puntuale cronoprogramma fissato”. Intanto il presidente Bevacqua ha sottolineato che “la tenacia costante con cui il presidente Oliverio ha dato impulso alla programmazione regionale ha consentito di condurre a rapida approvazione quel nuovo testo sui Trasporti pubblici locali che comincia a dare i frutti sperati. Erano venti anni che la Calabria attendeva questa legge: la maggioranza guidata da Oliverio l’ha condotta in porto nel dicembre 2015, a meno di un anno dall’insediamento”. Quanto alla nuova tratta ferroviaria ionica, Bevacqua ha sottolineato che essa “deve essere inserita in una logica lungimirante di sviluppo organico e complessivo di un’area che ha la storia e le potenzialità per diventare trainante rispetto a tutta la Calabria”.  Il progetto per la tratta ionica “ha il pregio di non polverizzare gli interventi e di concentrare le risorse su un problema specifico”. Il prosieguo dell’azione, ha concluso Mimmo Bevacqua, “deve mirare a eliminare una volta per tutte l’isolamento di questi territori, porre mente alla Ss 106 e alla metro leggera Sibari - Crotone, avendo come obiettivo primario un riassetto delle infrastrutture che integri trasporto su ferro, trasporto su gomma e agibilità della componente aeroportuale. Lo sviluppo non può ottenersi con interventi isolati e limitati al singolo territorio: Jonio, Tirreno e Pollino devono pensarsi in relazione costante e facenti parte di una prospettiva unica. In quest’ottica, garantire il diritto alla mobilità è la base necessaria e ineludibile sulla quale edificare lo sviluppo possibile”. Durante l’incontro, sono intervenuti il responsabile Zonadem di Mirto Crosia, Franco Madeo, il locale segretario Pd, Giovanni Alvaro, il consigliere comunale di Rossano, Tonino Caracciolo, il consigliere provinciale Francesco Gervasi. e il sindaco di Crosia Antonio Russo.


di Redazione | 02/06/2017

Pubblicità

Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2024 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it