We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Violenza donne, interessante dibattito a più voci presso l'Iti cittadino


Parità di genere, a breve un protocollo d’intesa tra il Tavolo delle Elette del Consiglio comunale di Rossano, l’Arma dei Carabinieri e la Polizia di Sato, per dare sostegno, in qualsiasi momento, alle donne vittime di violenza e, in particolare, a coloro che versano in difficoltà economica. È quanto ha annunciato la Presidente del Consiglio comunale Rosellina Madeo, durante il riuscito incontro tenutosi nell’Aula Magna dell’Istituto Industriale Ettore Majorana, in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne. L’evento odierno rappresenta la prima iniziativa pubblica promossa dal Tavolo delle Elette.

Questa di oggi – ha proseguito la Madeo – è un’esperienza nuova nel tentativo di avvicinare i cittadini alla politica, rifuggendo fenomeni e dinamiche della cosiddetta anti-politica. Rivolgendosi ai giovani, la Madeo ha invitato alla censura di ogni atto di violenza, contribuendo tutti dal basso ad un cambio di mentalità nel vivere quotidiano arginando i violenti e ogni forma di comportamento deviante. Bisogna diventare testimoni coraggiosi di chi ha perso la vita, di chi vive queste situazioni e per le prossime generazioni.

 Tra gli altri, erano presenti anche gli assessori Serena FLOTTA e Giovanni DE SIMONE, i consiglieri comunali Patrizia CURIA, Enza CURIA, Giuseppe ANTONIOTTI, Giuseppina PRIMERANO, Antonietta CAPUTO, Maria Candida GRANIERI, Marinella GRILLO. 

Il Sindaco Stefano MASCARO, ricordando la triste vicenda di Lea GAROFALO, pentita calabrese di mafia ed il suo coraggio di denuncia, ha sottolineato come il dialogo ed il confronto costruttivo siano preziosi nella pratica dell'antiviolenza.

Il Segretario Questore Regionale Giuseppe GRAZIANO ha sottolineato il suo impegno in seno alla Regione Calabria mediante la proposta di legge di cui è firmatario recante disposizioni per la promozione ed il sostegno dei centri di antiviolenza e delle case di accoglienza per donne in difficoltà, per voler dare una risposta forte su questo fenomeno. Obiettivo principale della proposta di legge, in questa ottica, è l’istituzione di un fondo di solidarietà per il patrocinio legale gratuito a sostegno delle donne vittime di violenza e maltrattamenti, al fine di reinserirle nei contesti sociali e, soprattutto, nel mondo del lavoro.

Sono intervenuti anche l’assessore alle politiche sociali del Comune di Corigliano Marisa CHIURCO insieme alla responsabile servizi sociali, istruzione e cultura Alessandra Tina DE ROSIS. Anche e soprattutto condividere iniziative lodevoli come queste – ha scandito la CHIURCO – contribuisce a consolidare tra le due comunità ragioni e contenuti nel progetto storico di fusione in atto tra le due città. 

La scuola – ha aggiunto la DE ROSIS ricordando la tragica morte della giovane coriglianese Fabiana LUZZI – è un catalizzatore educativo di prevenzione specie facendo riferimento all’uso responsabile delle nuove tecnologie da parte dei giovani.

Acceso il dibattito moderato da Anna RUSSO che ha ricordato la collega Maria Rosaria SESSA. Sono intervenuti, inoltre, Eliana CORSARO, membro della compagnia teatrale rossanese Codex 8 e 9, la dirigente scolastica dell’Iti “Majorana”, Pina DE MARTINO, sottolineando l’importanza del ruolo degli educatori e del fare educazione ai sentimenti nelle scuole, la Dirigente del Liceo delle Scienze Umane Maria Antonietta SALVATI e il Comandante dell’Arma dei Carabinieri di Rossano Giuseppe MACALUSO che ha risposto alle diverse domande degli studenti delle scuole medie e superiori cittadine.

Bisogna ripartire dai laboratori come questo di oggi – ha concluso Monsignor Giuseppe SATRIANO, Arcivescovo Diocesi Rossano - Cariati ricordando Lucia ANNIBALI (la donna sfregiata con l’acido dal suo ex fidanzato) – che può certamente servire da catalizzatore per stimolare un necessario cambio di mentalità. La scuola deve essere laboratorio di affettività. Ed è necessario - ha chiosato - fare rete tra scuole, chiesa, autorità civili e forze dell’ordine, in un’ottica di educazione.


di Redazione | 27/11/2016

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno studio sociologia Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2023 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it