We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Catanzaro (Catanzaro) - Asp, verrà formata una squadra di professionisti per il sostegno delle funzioni genitoriali


L’Asp di Catanzaro è la prima azienda sanitaria pubblica in Italia che formerà una squadra multidisciplinare sulla metodica americana il “Circolo della sicurezza” (Circle of Security - COS), un programma che utilizza, in forma sintetica, gli elementi chiave di un protocollo più esteso, validato in tutto il mondo e con prove di evidenza clinica, per il sostegno delle funzioni genitoriali nel corso dello sviluppo - specie in presenza di minori con fragilità - e a tutela  degli aspetti psicoeducativi, clinici e assistenziali. In continuità con i percorsi formativi per la promozione del benessere e la tutela dal rischio psicosociale del minore/famiglia dal concepimento alla fase adolescenziale promossi precedentemente (2013 - 2014)  si è riusciti a concretizzare il progetto di qualificare e abilitare un gruppo di operatori nell’utilizzo di tale programma in accordo con l’associazione scientifica Cyrcle of Security International titolare dello stesso. Nell’ambito della linea progettuale - obiettivi di piano Percorso nascita, la dott.ssa Maria Teresa Napoli quale Referente scientifico per la rete consultoriale territoriale con la collaborazione dello staff di progetto dott. Antonello Talarico, ha promosso un corso di formazione, che si svolgerà a Catanzaro Lido, a partire da oggi, martedì 13, a sabato 17 ottobre, rivolto a psicologi, assistenti sociali, educatori professionali, infermieri pediatrici e ostetriche di cui sarà  responsabile scientifico il dott. Domenico Perri, che, nella medesima linea progettuale, è Referente scientifico per l’area rete emergenza e rete ospedaliera. Il programma del corso, il cui inizio sarà preceduto dai saluti del Commissario straordinario dell’ASP, dott. Giuseppe Perri, previsti per le ore 9:00, e che sarà interamente curato dalla dr.ssa Francesca Manaresi professionista e docente di livello internazionale nonché Trainer accreditato COS per l’Italia,  è finalizzato all’acquisizione di diverse competenze:  §        tecnico-professionali, per apprendere i fondamenti teorici del programma Circle of Security Parenting quale metodo per la tutela della salute della mamma e del bambino; §        di processo, per comprendere quali siano i passaggi specifici per sostenere i processi riflessivi ed autoriflessivi nelle figure di accadimento; §        di sistema, per acquisire un metodo, per fasi successive, che promuova l'attaccamento sicuro nei bambini e lo sviluppo socio-cognitivo ed intervenga laddove si generi la disfunzione. Gli obiettivi principali del programma “Circolo della Sicurezza” (COS) sono quelli di favorire le dinamiche e i rapporti all’interno del nucleo, attraverso interventi finalizzati a conoscere e valutare le dinamiche relazionali ed educative nel rapporto genitori-figli e nel rapporto di coppia; di stimolare il nucleo, attraverso attività psicoeducative e/o psicoterapeutiche mirate, ad occuparsi in maniera adeguata del minore e delle sue esigenze emotive e psicologiche e di favorire l’integrazione del nucleo familiare all’interno del contesto sociale aiutandolo a rapportarsi in maniera appropriata alle varie istituzioni di riferimento. Il COS si presta ad un lavoro per il sostegno delle funzioni genitoriali in tutto il corso dello sviluppo, adolescenza compresa. Il corso, dal quale nascerà una sperimentazione, intende formare professionisti e far conoscere, anche con il supporto dei video feedback, le strategie associate all’interazione genitore-bambino secondo il modello Circle of Security, al fine di creare e potenziare un saldo legame di attaccamento nella relazione genitori e figlio per favorire uno sviluppo armonico del bambino. Nell’ambito di tale sperimentazione verrà attivato uno spazio anche per le famiglie provenienti da altri paesi del mondo, al fine di affinare le competenze transculturali degli operatori ASP. Tale ulteriore intervento vedrà, anche, il coinvolgimento nell’intero percorso di alcuni operatori della rete degli SPRAR (Sistema di Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati- Ministero dell’Interno) operanti nel territorio provinciale.

di Redazione | 14/10/2015

Pubblicità

Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2024 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it