We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Calopezzati (Cosenza) - Calorosa accoglienza per la prima visita dell’Arcivescovo. Mons. Satriano: il bisogno di perdonare


di ANTONIO IAPICHINO - La comunità di Calopezzati ha accolto con gioia la prima visita del nuovo Arcivescovo di Rossano – Cariati, mons. Giuseppe Satriano. Una giornata di festa, gioia e comunione fraterna. Il pastore della chiesa rossanese è stato, dapprima, accolto a Calopezzati Scalo presso la Chiesa dei Santi Filippo e Giacomo. Oltre a un folto gruppo di fedeli, hanno dato il benvenuto al Presule il parroco, don Nicola Alessio, gli eredi De Mundo - Zumpano (che lo scorso 12 luglio hanno donato l’edificio sacro), il sindaco e il maresciallo dei Carabinieri della locale stazione. Dopo un breve momento di preghiere e canti in Chiesa, l’Arcivescovo si è recato presso la nuova comunità per anziani “Villa Elena” della Cooperativa “Rossano solidale”. Qui ha benedetto la struttura e, insieme al sindaco, ne ha inaugurato la nuova apertura. A monsignor Satriano non sono mancate parole di incoraggiamento e di conforto sia per gli ospiti della comunità che per gli operatori che vi lavorano quotidianamente. Subito dopo, poi, il trasferimento nel centro cittadino. L’accoglienza è avvenuta in piazza Garibaldi. Ad attendere il nuovo prelato c’era o tanta gente. Numerosi anche i bambini. Giunti in Chiesa il parroco, don Nicola Alessio, ha dato il benvenuto a nome dell’intera comunità parrocchiale. Il sacerdote ha espresso sentimenti di gioia e gratitudine. Lo stesso don Nicola ha donato al Vescovo un cofanetto raffigurante la chiesa parrocchiale. Un ricordo significativo. Il sindaco della cittadina ionica, Franco Cesare Mangone, ha illustrato la realtà calopezzatese, le peculiarità, le caratteristiche tipiche, ma anche i problemi e le difficoltà che vive un piccolo centro come Calopezzati. L’Arcivescovo ha poi presieduto una solenne Celebrazione Eucaristica. Durante l’omelia lanciato una serie di input. Vari spunti di riflessione come il coraggio del perdono cristiano, il donarsi incondizionato agli altri, il sacrificio, la collaborazione. Al termine dell’omelia ha presentato alla comunità don Salvatore che collaborerà con il parroco, don Nicola, nelle attività parrocchiali. Come consuetudine durante le visite alle parrocchie, monsignor Satriano ha fatto distribuire del pane, come segno di comunione con i propri fedeli. La giornata si è conclusa nel salone della casa canonica di Sant’Antonio, con un momento di interazione con il Vescovo.

di Redazione | 20/02/2015

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2022 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it