We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Mandatoriccio (Cosenza) - Il sindaco Donnici chiede di pianificare azioni ad hoc per prevenire i disagi del maltempo


Maltempo, il bisogno oggettivo di prevenire gravi disagi e l’eventualità di isolamento territoriale a causa dei sempre più disastrosi eventi meteorologici. E’ quanto evidenzia il Sindaco di Mandatoriccio, Angelo Donnici (foto), il quale coglie anche l’occasione per sottolineare una propria proposta che parte dalla necessità di un riposizionamento dei mezzi della Protezione civile. Il punto di partenza del pensiero di Donnici resta le  difficoltà vissute nel 2012. <<Coperta da oltre un metro di neve, senza energia elettrica, senza gas e senza acqua e senza collegamenti telefonici, dal pomeriggio del 6 febbraio 2012, la comunità di Mandatoriccio rimase per tre giorni letteralmente isolata, sia dal mare che dalla Sila, a causa della notevole nevicata. I mezzi spalaneve partiti dai depositi di San Giovanni in Fiore furono costretti a fermarsi e a intervenire a Campana, anch’essa ovviamente isolata. Mentre dallo Jonio nessun mezzo disponibile, in assenza di appositi depositi funzionali a questo tipo di emergenze, poté raggiungere Mandatoriccio>>. Per il Primo cittadino di Mandatoriccio si potrebbe rispondere a questo tipo di emergenza <<con maggiore efficacia e efficienza ripensando sia la distribuzione geografica dei mezzi e delle risorse in dotazione alla Protezione Civile sia il posizionamento dell’attuale Centro Com>>. Il sindaco ritiene che Mandatoriccio <<rappresenti un sito ideale, perché a metà strada tra costa e montagna>>. Per quanto concerne il completamento del Vallone Torno/Cessia, il sindaco ha fatto sapere che la Giunta ha deliberato la richiesta, inoltrata alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, relativa ai fondi derivanti dai benefici dell’8 per mille. L’obiettivo è la messa in sicurezza dell’intera zona, classificata R4 ad elevato rischio idrogeologico. Per ciò che riguarda, invece, il dissesto in Via Cessia, Donnici ha messo in risalto che è stato finalmente sbloccato l’iter nel procedimento che aveva causato un’interruzione nei lavori. Come si ricorderà in questa zona furono sgomberate diverse famiglie a causa di gravi frane e l’Amministrazione Comunale intervenne subito in via d’urgenza con fondi propri (80.000 euro). L’investimento previsto ammonta complessivamente a 500 mila euro.

di Redazione | 19/10/2014

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno studio sociologia Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2023 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it