We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - "Perdono d'Assisi", tenuto il primo convegno nella Parrocchia "San Francesco d'Assisi"


La parrocchia “San Francesco d’Assisi della frazione Sorrenti di Crosia, nell’ambito delle iniziative per la Solennità del “Perdono di Assisi”, ha realizzato un importante convegno sul tema: “La gioia di Dio in San Francesco e Papa Francesco”. Questo primo simposio è servito per approfondire la conoscenza dell’Indulgenza Plenaria chiesta e ottenuta nel 1216 da San Francesco.  Il compito di introdurre e coordinare i lavori è toccato al sociologo e giornalista Antonio Iapichino. Il vicario parrocchiale, don Claudio Cipolla, nell'accogliere gli autorevoli ospiti e il folto pubblico presente in platea, ha evidenziato che la comunità parrocchiale (di recente istituzione) ha iniziato un cammino di formazione. <<Una comunità che sta percorrendo i suoi primi passi. Il “Perdon d’Assisi” è un evento di grazia che ci spinge a essere testimoni dell’amore che abbiamo ricevuto dal Signore>>. Il sindaco di Crosia, Antonio Russo, nel portare i saluti dell’intera Amministrazione comunale, ha sottolineato la vicinanza dell’esecutivo a tutte le parrocchie che operano nella cittadina ionica. L’assessore comunale alla Cultura, Graziella Guido, (già catechista di questa parrocchia) ha messo in risalto la gioiosità di San Francesco d’Assisi, quindi, ha riportato un pensiero del Papa: <<il peccatore va perdonato>>. Ha fatto seguito, poi, la prima relazione, a cura di padre Gianluigi Pasquale, dei Frati minori cappuccini, (dottore in Sacra Teologia, professore nella Pontificia Università Lateranense), ha trattato il tema “L’Indulgenza Plenaria come dimensione della Misericordia di Dio: l’intuizione San Francescana del Perdono di Assisi”. Nel suo intervento ha messo a fuoco tre ambiti fondamentali di indagine, per comprendere il senso della gioia della misericordia divina e dell’indulgenza di Dio, nell’intuizione avuta da San Francesco con il “Perdon d’Assisi”. In particolare, ha evidenziato le radici storiche del “Perdon d’Assisi”; il significato teologico dell’indulgenza; la gioia che scaturisce dalla misericordia: perenne attualità del Perdon d’Assisi. La seconda relazione su “La presenza francescana nell’Arcidiocesi di Rossano Cariati è stata curata dallo storico e filosofo Francesco Filareto. Dopo una serie di riflessioni di carattere socio- cultuale, ha  messo in risalto che oggi, in un tempo in cui sono venuti meno i riferimenti dei laici, i sacerdoti rappresentano l’ultima speranza. Quindi, ha proseguito con un excursus sui francescani nella diocesi rossanese. Nell’intervento di Filareto non è mancato un riferimento al monastero delle monache clarisse di Rossano e, in questo momento, dell’assenza di una comunità francescana all’interno della diocesi. Ha concluso i lavori mons. Antonio De Simone, Amministratore della Diocesi di Rossano – Cariati. <<Accanto a Dio creatore c’è Dio che perdona: ecco l’indulgenza. Ogni dono, però, è sciupato se non c’è la nostra concreta collaborazione>>.

di Redazione | 04/08/2014

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2022 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it