We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Potenza (Potenza) - La città è capofila del progetto Anci Basilicata Music net


  Creazione di nuovi gruppi musicali giovanili, crescita professionale dei giovani musicisti, aumento delle possibilità di esibirsi dal vivo per le giovani formazioni musicali, accrescimento dell’offerta culturale, nonché della quantità di occasioni di aggregazione e socializzazione in favore delle nuove generazioni, a Potenza e in regione, consolidamento delle relazioni professionali nella scena musicale lucana tra musicisti,operatori del settore, scuole di musica, festival e associazioni, consolidamento di percorsi progettuali condivisi e comuni tra istituzioni e scena musicale lucana, maggiore utilizzo delle strutture pubbliche e private esistenti destinate allo studio e alla pratica della musica, ricaduta positiva sull’attività di professionisti e imprese locali operanti nei settori musicale,multimediale e della comunicazione. Sono questi – riferisce testualmente una nota dell’Ufficio stampa del Comune di Potenza - ità di capofila, si è candidata.Il progetto  “BASILICATA MUSIC NET”, questa la sua denominazione, vede partecipi i comuni di Tito, Avigliano, Rionero in Vulture, Picerno, Tricarico, Latronico, Bella, il Coordinamento Informagiovani di Basilicata, 15 associazioni culturali e l’azienda sanitaria locale di Potenza. I beneficiari delle attività di BASILICATA MUSIC NET sono giovani di età compresa tra i 16 e i 35 anni ( musicisti operanti in gruppi indipendenti già esistenti, residenti in Basilicata, singoli musicisti residenti in Basilicata che aspirano a costituire una nuova band),  ma anche il pubblico di riferimento residente in Basilicata o nelle regioni limitrofe.  “La musica –hanno detto il Sindaco di Potenza, Vito Santarsiero e l’assessore alle politiche giovanili Emidio Fiore- suscita grande attrazione ed interesse in una fascia consistente della popolazione giovanile; nonostante questo settore rappresenti un valore aggiunto negli ambiti dell’educazione, della cultura e del tempo libero, gli investimenti pubblici e privati non risultano adeguati. Diversamente, i media –hanno aggiunto-  investono molto sulla musica: i format più utilizzati per la diffusione della cultura musicale sono i talent show che però non riservano molto spazio alla ricerca creativa e all’innovazione, dando importanza esclusivamente alla tecnica esecutiva di opere edite e molto conosciute e puntando sull’ immagine dell’artista piuttosto che sulle sue capacità. L’attività live ed Internet sono gli unici canali a disposizione delle formazioni musicali locali per farsi conoscere e per divulgare autoproduzioni audio/video. Queste ultime spesso risultano non adeguate a standard qualitativi ottimali per lo scopo promozionale cui sono destinate che è principalmente quello di essere notati ed ingaggiati dai promoter di concerti e festival regionali e nazionali. Ecco perché  gli obiettivi che il Progetto si pone – hanno concluso Santarsiero e Fiore- sono censire le realtà presenti sulla scena musicale  regionale, creare occasioni di incontro tra giovani musicisti ed incentivare la nascita di nuovi gruppi musicali, dedicare alla musica una struttura comunale già esistente, creando al suo interno una mediateca, una biblioteca, un’emeroteca, una web radio e una sala riunioni (Meeting Sound), promuovere le formazioni emergenti lucane attraverso l‘incentivazione dell’attività live, la produzione di videoclip e l’ideazione e distribuzione di merchandising dedicato alle band, coinvolgere i beneficiari delle attività in un percorso formativo che riesca a dotarli di strumenti pratici e teorici per gestire e pubblicizzare la propria attività artistica, favorire i giovani economicamente svantaggiati nella produzione culturale, nella fruizione di eventi ed attività formative.” Tra gli obiettivi anche quelli di intercettare e formare un pubblico di riferimento per una programmazione stabile di un festival di musica indipendente a Potenza e di attività musicali live in Basilicata, costruire una rete di relazioni tra le diverse realtà istituzionali, associative, le imprese e le professionalità attive nel campo della musica e dell’arte e con i musicisti operanti in regione, allo scopo di aprire un confronto e iniziare un percorso di interazione e sviluppo comune, veicolare una nuova immagine della Basilicata e della città di Potenza, qualificandole per l’attenzione rivolta alle passioni dei più giovani, creare momenti di aggregazione dei giovani coerenti agli interessi culturali degli stessi, sfruttare in maniera più sistematica le potenzialità del web come canale di promozione delle band regionali attraverso la produzione e la veicolazione online di videoclip e la creazione di una web radio, creare un archivio multimediale delle produzioni musicali indipendenti lucane, stabilire un contatto diretto con le nuove generazioni per sensibilizzarle e informarle su tematiche quali il disagio giovanile, l’uso di stupefacenti e alcol, la guida sicura, i comportamenti a rischio (AIDS e disturbi alimentari), il consumo critico. Prevista la predisposizione di un Avviso Pubblico da divulgare attraverso canali istituzionali (Comuni, Scuole Medie superiori, Università) e non (Informagiovani, associazioni, scuole di musica, festival,operatori del settore). Con l’Avviso si inviteranno i Singoli musicisti (cantanti o strumentisti) che aspirano a costituire una nuova band a seguire seminari didattici gratuiti tenuti da musicisti e professionisti del settore.  

di Redazione | 09/03/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno studio sociologia Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2022 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it