We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Corigliano Calabro (Cosenza) - Comenius, esempio di area urbana. Delegazione rossanese a servizio di scuole coriglianesi


Progetto Comenius, un altro esempio concreto di Area urbana traslata nei fatti. Rossano mette a servizio degli studenti coriglianesi mezzi e risorse educativi da investire negli interscambi culturali con gli istituti di ben sei Paesi europei. L’Assessore alla Cultura e Pubblica istruzione del Comune di Rossano, Stella PIZZUTI, insieme ad una delegazione rossanese di esperti dell’arte e del patrimonio monumentale e storico sibarita, nei giorni scorsi ha accompagnato un gruppo di scolari londinesi tra le bellezze delle due Città.   È quanto fa sapere la dirigente scolastica dell’istituto comprensivo “Erodoto” di Corigliano, Susanna Capalbo. Che ha ringraziato per la disponibilità l’amministratore comunale e la guida turistica di Rossano, Natalino Scino, per l’ampia e proficua collaborazione offerta al progetto.   L’assessore Stella Pizzuti – afferma la Capalbo - ha manifestato tutta la sua disponibilità nel collaborare con un progetto che per quanto importante non riguarda una scuola del suo Comune. La delegazione rossanese, infatti, nelle visite di rilevanza storica ed artistica è stata accompagnata dalla guida turistica, Natalino SCINO, sia presso i luoghi strategici di Rossano e Corigliano. Il servizio di guida e di traduzione è stato appunto assicurato dall'Assessorato alla Pubblica istruzione e Cultura del Comune di Rossano. Una sensibilità – continua - quella dell'assessore Pizzuti che va ben oltre i doveri istituzionali e che fanno bene alla scuola, oltre che al cuore dei tanti educatori che nel nostro territorio fanno del loro meglio per assicurare un futuro degno di questo nome alle nuove generazioni. Un'anteprima che può prefigurare prossime collaborazioni tra le scuole e le principali città dell'area urbana. A condizione che ci siano persone illuminate, che vanno oltre i confini del proprio territorio e che puntino esclusivamente al benessere dei cittadini.   Il progetto Comenius riguarda tutto l'arco dell'istruzione scolastica, dalla scuola dell'infanzia fino al termine degli studi secondari superiori. I suoi obiettivi spaziano dalla conoscenza e comprensione della diversità culturale e linguistica europea e del suo valore alla promozione delle competenze di base necessarie per la vita e le competenze necessarie ai fini dello sviluppo personale, dell'occupazione e della cittadinanza europea attiva.   L’Attività principale del progetto è la mobilità di alunni e personale della scuola. Cosi gli alunni  e i docenti che a dicembre sono partiti per Londra,  stanno incontrando i loro partner europei a Corigliano così scambiandosi  idee sui sistemi scolastici dei relativi Paesi.   Le Attività come quelle promosse all’interno del progetto Comenius  - prosegue la Capalbo -pongono i nostri ragazzi, le famiglie, i docenti nelle condizioni di guardare lontano, oltre i confini nazionali per importare buone pratiche di altri paesi della Comunità Europea. Promuoviamo questo progetto nell’Anno Europeo dei Cittadini, nella consapevolezza che la presenza di docenti e dirigenti di ben sei Nazioni europee possa contribuire ad aggiungere valore alla  proposta formativa e ad accrescere il potenziale di tutti in termini di cittadinanza attiva. Il gruppo – conclude - è costituito da 25 persone  tra docenti e dirigenti provenienti da Turchia, Grecia, Polonia, Bulgaria, Romania, Inghilterra. Le  attività prevedono anche la scoperta e la visita del nostro territorio.

di Redazione | 25/03/2013

Pubblicità

Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2024 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it